Gianluca Frustagli, membro del Coordinamento Mondiale del Centro di Studi Umanisti, ha concluso i lavori del IV Simposio Mondiale organizzato dal Centro Studi Umanisti “Verso la scoperta dell’Umano. Dal mondo dello stabilito alla libertà” con il lancio della campagna mondiale per la Buona Conoscenza.

“La Buona Conoscenza diffonde l’atteggiamento della nonviolenza attiva come modo per superare l’immoralità di coloro che vogliono utilizzare la conoscenza per immobilizzare, controllare o distruggere la vita umana.”

“Propone la trasformazione sociale e personale simultanea per disarmare ogni fattore involutivo e collocare la vita umana nella sua dimensione esistenziale, permettendo ad ogni Essere Umano di domandarsi liberamente sul senso della sua vita.”

“La Buona Conoscenza, in sintesi, proclama la magnifica prospettiva e la necessità di fare dell’Umanizzazione del mondo un progetto condiviso. L’immagine di una Nazione Umana Universale è l’orizzonte che sintetizza le migliori intenzioni dell’Essere Umano in cammino verso la felicità, la compassione, la libertà e l’immortalità.” Conclude la Dichiarazione.

Il simposio ha visto la partecipazione di studiosi, studenti, ricercatori di vari passi del mondo riuniti al Parco di Studi e Riflessione di Attigliano intorno ai temi della crisi e della proposta di soluzione basata su una nuova definizione e valorizzazione dell’umano e della sua azione nel mondo.

Ulteriori informazioni sono disponibili a: http://europa2014.worldsymposium.org/