Il 15 marzo 2013 gli ecologisti tedeschi hanno organizzato una protesta davanti al Parlamento, dove era in corso un dibattito sul futuro dell’Euratom, l’organizzazione internazionale istituita nel 1957 per coordinare i programmi di ricerca degli stati membri relativi all’energia nucleare. Di fatto essa disciplina la promozione della ricerca nucleare e incentiva la costruzione e l’utilizzo delle centrali nucleari in Europa.

Secondo gli ecologisti per una nuova politica energetica in Germania e in Europa l’Euratom dovrebbe essere disciolta, mentre l’SPD ne chiede una profonda trasformazione.

Gli ecologisti sostengono che è preferibile concentrare tutto l’impegno nella promozione delle energie rinnovabili e del risparmio energetico in tutta l’Europa e chiedono che i trattati europei siano modificati in modo da vietare l’uso della tecnologia nucleare per scopi militari, ma anche cosiddetti civili.

Alla fine del dibattito il Parlamento tedesco ha respinto le proposte dell’SPD, dei Verdi e della Linke sull’Euratom e anche quella dei Verdi per avanzare in modo risoluto verso un mondo libero da armi nucleari. L’appello a trarre insegnamento dall’incidente nucleare di Fukushima è caduto nel vuoto. Al massimo si è ottenuto di rimandare alla discussione in commissione alcune proposte avanzate da Verdi e SPD.

http://www.naturfreunde.de

www.blog.naturfreunde.de