Il 15 marzo 2013 le autorità canadesi hanno arrestato più di 240 persone sulle 500 che protestavano a Montreal nella diciassettesima marcia annuale contro la brutalità della polizia.

Secondo le testimonianze la polizia ha usato le cariche a cavallo, lo spray al peperoncino e le controverse tattiche di contenimento per disperdere i manifestanti.

“Prima ancora che cominciasse la marcia si sono avventati su di noi senza una ragione apparente. E’ scoppiato il caos e loro ne hanno approfittato per caricarci con manganelli e scudi” ha raccontato un manifestante.

La polizia aveva definito illegale la marcia, perché gli organizzatori non avevano fornito un itinerario.

Tra gli arrestati, oltre 150 sono stati multati per aver violato delle ordinanze municipali e altri 12 per vari reati criminali. Secondo le autorità almeno sei persone, quattro manifestanti e due poliziotti, sono rimaste lievemente ferite.

Traduzione dall’inglese di Anna Polo