Rete Italiana Pace e Disarmo

La Rete Italiana Pace e Disarmo nasce il 21 settembre 2020 dalla unificazione di due organismi storici del movimento pacifista e disarmista italiano: la Rete della Pace (fondata nel 2014) e la Rete Italiana Disarmo (fondata nel 2004). Entrambe le reti hanno potuto contare fin dalla loro fondazione sul sostegno di decine di associazioni, organizzazioni, sindacati, movimenti della società civile italiana. Lo scopo è quello di creare insieme la pace a partire dall’unione delle nostre forze, degli obiettivi comuni, per rafforzare e far crescere il lavoro collettivo per la pace ed il disarmo.

Crisi Ucraina: La posizione della Rete italiana Pace e Disarmo

All’Italia e all’Europa viene chiesta un’iniziativa di neutralità attiva per ridurre la tensione e favorire un accordo politico chiarendo in particolare l’indisponibilità a sostenere avventure militari. Come italiani e come europei stiamo assistendo ad una preoccupante escalation della tensione tra la…

Rete Pace Disarmo al Governo: neutralità attiva per scongiurare la guerra alle porte dell’Europa

All’Italia e all’Europa viene chiesta un’iniziativa di neutralità attiva per ridurre la tensione e favorire un accordo politico chiarendo in particolare l’indisponibilità a sostenere avventure militari. Come italiani e come europei stiamo assistendo ad una preoccupante escalation della tensione tra la…

“Un’altra difesa è possibile” ai Grandi Elettori: venga data una casa istituzionale alla difesa nonviolenta

La campagna promossa da Rete Italiana Pace e Disarmo, Tavolo interventi civili di pace, Conferenza nazionale degli Enti di Servizio Civile, Forum Nazionale Servizio Civile, Sbilanciamoci! per la creazione di un dipartimento della difesa civile non armata e nonviolenta interviene…

Sequestro munizioni italiane (Fiocchi) in Senegal: “UAMA, Agenzia Dogane e Autorità portuali di Spezia chiariscano immediatamente”

“Chiediamo a tutte le autorità italiane (sia nazionali che locali di La Spezia) competenti in materia di esportazioni di materiali d’armamento e di munizionamento militare e civile di fare immediatamente chiarezza e al Parlamento di richiedere con urgenza tutte le informazioni necessarie…

Il Trattato contro le armi nucleari compie un anno: occasione di festa e di rilancio per “Italia, ripensaci”

Le iniziative di Senzatomica e Rete Italiana Pace e Disarmo per celebrare il primo anniversario dell’entrata in vigore del Trattato TPAN: iniziative di mobilitazione in tutta Italia per rafforzare i percorsi verso il disarmo nucleare. Fra pochi giorni si celebra il…

Artigiani di pace tutti e tutte

Il 1 gennaio 2022, Giornata mondiale della pace, Papa Francesco ci rinnova l’invito a diventare “artigiani di pace”. Come? Investendo sull’educazione, il lavoro e il dialogo tra le generazioni. Papa Francesco non ci parla di quella pace che viene abitualmente…

Basta con le campagne denigratorie verso la società civile palestinese

Negli ultimi giorni abbiamo letto informazioni del tutto infondate circa le ONG palestinesi audite dal Comitato Diritti Umani alla Camera riprese dal comunicato emesso dall’Ambasciata israeliana in Italia come reazione a tale iniziativa. Le accuse di “terrorismo” non sono circostanziate…

L’Italia alla guida della Nato in Iraq? Meglio di no

L’ormai prossima assunzione italiana del comando della missione della Nato in Iraq desta molte perplessità e preoccupa che non vi sia stata fino ad oggi una adeguata discussione pubblica su questo fatto. La missione verrebbe ampliata da 500 a 4.000…

La campagna Premio Nobel ICAN incontra le città italiane attive per il disarmo nucleare

Daniel Högsta (coordinatore del network di ICAN – Premio Nobel per la Pace 2017) sarà ospite dell’evento inaugurale del Festival della Pace di Brescia e incontrerà gli amministratori di diversi Enti Locali dalla Lombardia alla Toscana. Saranno numerosi e importanti…

Sei organizzazioni palestinesi nella lista delle associazioni terroristiche: il Governo italiano intervenga

Le organizzazioni della società civile sono estremamente allarmate per la recente decisione del Ministero della Difesa israeliano Benny Gantz di designare come “terroriste”, sei organizzazioni della società civile palestinese. Si tratta del culmine di una lunga campagna diffamatoria, denigratoria, di delegittimazione e intimidazione che il governo…

1 2 3 4 5