Noam Chomsky

Noam Chomsky è considerato il più grande linguista vivente. Professore emerito di linguistica al Massachusetts Institute of Technology. A partire dagli anni sessanta, grazie alla sua forte presa di posizione contro la guerra del Vietnam e al suo notevole impegno politico e sociale, Chomsky si è affermato anche come intellettuale anarchico e socialista libertario]. La costante e acuta critica nei confronti della politica estera di diversi paesi e, in particolar modo, degli Stati Uniti, così come l'analisi del ruolo dei mass media nelle democrazie occidentali, lo hanno reso uno degli intellettuali più celebri e seguiti della sinistra radicale americana e mondiale.

DiEm25 a Vienna, Noam Chomsky sull’emergenza profughi

Il 5 maggio DiEM25 ha tenuto un evento nella capitale austriaca, dal titolo “Il dovere dell’Europa verso i profughi – Il dovere dell’Europa verso se stessa.” Yanis Varoufakis, uno dei principali esponenti del movimento, ha letto in questa occasione il…

Siamo tutti…(completare la frase)

Pressenza riporta qui il più recente articolo pubblicato da Noam Chomsky sul suo sito. Il mondo intero ha reagito con orrore al sanguinoso attacco contro il giornale satirico francese Charlie Hebdo. Sul New York Times, lo storico corrispondente dall’Europa Steven…

Sicurezza e politica di stato

Il 28 febbraio 2014 a Santa Barbara (California), il Professor Noam Chomsky ha tenuto la tredicesima conferenza annuale “Frank K. Kelly” della Nuclear Age Peace Foundation sul futuro dell’umanità. Secondo il principio guida della teoria delle relazioni internazionali, la massima…

Mappa verso un mondo giusto – La democrazia rianimata dalla gente

foto David Andersson DW Global Media Forum – Bonn: “Il futuro della crescita – Valori economici e media” Vorrei commentare argomenti che penso dovrebbero essere regolarmente sulle prime pagine, ma non lo sono e in molti casi cruciali sono scarsamente…

A Gaza il campo di battaglia è la dignità

Le truppe israeliane usano l’umiliazione, la degradazione e il terrore, caratteristiche comuni della repressione in patria e all’estero. Il romanziere svedese Henning Mankell ci racconta di un’esperienza in Mozambico durante gli orrori della guerra civile di 25 anni fa, quando…

‘La Guerra al Terrore’ non esiste

Nel contesto dell’intervento militare francese in Mali, il blog les-crises.fr ha ripreso l’intervista fatta a Noam Chomsky da Geov Parrish il 23 dicembre 2005 per WorkingforChange. Ci sembra che quanto espresso in questa intervista corrisponda al momento attuale, dove un…

Impressioni di Gaza

Riproduciamo un articolo scritto da Noam Chomsky nel corso di una sua recente visita a Gaza, prima dell’inizio dell’inferno; l’articolo è stato tradotto dagli amici di Znet Italy. Anche una sola notte in carcere basta a dare l’idea di che…

Plutonomia e precariato: il declino dell’economía statunitense

Lo sviluppo del movimento Occupy è molto emozionante, davvero senza precedenti. Non c’è mai stato qualcosa di simile, che io ricordi. Se tutti i contatti e le associazioni stabiliti finora riusciranno a sopravvivere anche durante il lungo periodo buio che ci aspetta (la vittoria non arriverà presto) potrebbe rivelarsi un momento significativo nella storia americana.

La privatizzazione del pianeta. Un mondo troppo grande per fallire?

Fin tanto che manterranno la popolazione passiva, apatica, votata al consumismo o all’odio per i più deboli, i potenti del mondo potranno a fare ciò che vogliono e a coloro che sopravvivranno a tutto questo non resterà che contemplare il catastrofico risultato.
Pubblichiamo di seguito gli atti della conferenza di Chomsky tenutasi ad Amsterdam in Marzo.