Gabriella Scafuri

Classe 1987, romana di nascita e partenopea d’origine. Insegnante d'italiano L2 e comunicatrice free lance. Dopo gli studi classici si laurea in Lettere, curriculum in Letteratura italiana e comunicazione dei mass-media e, in seguito, in Italianistica. Di lì a poco scopre il mondo dell’intercultura e del Terzo Settore. Crede nella cittadinanza attiva e in tutte quelle iniziative culturali di promozione sociale, nel rispetto della persona e dei suoi diritti. Partecipa con entusiasmo a progetti di inclusione dei migranti, insegnando loro la lingua italiana (che sogna un giorno di poter divulgare presso Istituzioni culturali all’estero). Ha collaborato con varie testate, scrivendo di arte, musica e letteratura. Ama viaggiare, esplorare la Pachamama, la poesia e la Musica.

L’anello che non tiene. Come l’intelligenza artificiale ci invita alla riflessione

[…] In questi silenzi in cui le cose s’abbandonano e sembrano vicine a tradire il loro ultimo segreto, talora ci si aspetta di scoprire uno sbaglio di Natura, il punto morto del mondo, l’anello che non tiene, il filo da…

Afghanistan, studentesse di nuovo in classe ad Herat

Dalla presa al potere dei talebani avvenuta lo scorso 15 agosto, la comunità internazionale ha fatto pressioni affinché venissero garantiti i diritti fondamentali alle donne. Non è la prima volta, infatti, che i talebani limitano in modo significativo la libertà…

Siria, i figli della guerra

«Purtroppo dopo dieci anni di guerra, la Siria non vede nessuna luce in fondo al tunnel. Il Paese è sempre più povero e ammalato. Basta vedere le lunghe code di persone che attendono di comperare il pane presso i panifici…

Torino, indagini per le violenze in carcere

A Torino, il 21 luglio la Procura ha concluso le indagini sugli episodi di violenza nei confronti dei detenuti del carcere Giuseppe Lorusso e Lorenzo Cutugno. Il bilancio è di 25 indagati, tra i quali figurano il Direttore, Domenico Minervini,…

RDC, la Repubblica dell’orrore

Innumerevoli sono i casi di violazioni dei diritti umani in Congo. Oltre 1200 ammontano le uccisioni di civili (1.154), di cui in gran parte donne (235) – vittime di stupri – e bambini (166). A dichiararlo sono fonti dell’Ufficio congiunto…