Francesca Borri

Francesca Borri, 1980, una laurea a Firenze in Politica Europea, poi una seconda in Filosofia del Diritto, di mezzo un master in Human Rights and Conflict Management al Sant'Anna di Pisa, è autrice di Non aprire mai, la Meridiana 2008, e Qualcuno con cui parlare. Israeliani e palestinesi, Manifestolibri 2010. Scrive per Il Fatto Quotidiano, in Italia, e al momento vive tra Libano e Turchia, alla frontiera con la Siria. Lavora insieme al fotografo statunitense Stanley Greene.

13mila: l’Ucraina, vista dal sottosuolo del mondo

Finora, i morti sono 13mila. Ma non in Ucraina. In Afghanistan. E solo dall’inizio dell’anno. I morti sono di più, in realtà: perché questi sono solo i neonati morti di malnutrizione. Più che morti, uccisi. Uccisi dalle nostre sanzioni, che…

Armiamoci e partite

Dieci anni dopo, a volte mi domando: E se in Siria non avessimo armato i ribelli? Spero un giorno Assad finisca all’Aja, e così Putin. Ma spero anche di non domandarmi mai: E se non avessimo armato gli ucraini? Quando…

Afghanistan: chi è il più assassino qui?

Ha 45 giorni e la pelle grigia. Si chiama Subhan. E a un certo punto, semplicemente, non respira più. Morto di freddo e di fame. Tra gli sfollati del Park Azadi di Kabul, è già l’undicesimo.Morto così, senza essere sentito,…

Le mie ragioni contro l’intervento militare in Siria

Abbiamo iniziato a raccontare la Siria, era il febbraio 2012, perché credevamo fosse stata superata la linea rossa: le manifestazioni contro Assad venivano spianate via da proiettili e mortai. Ma gli scontri tra il regime e il neonato Esercito Libero,…

Syrian dust

ad Antonio Cassese, che avrebbe cercato giustizia Ha il suono di un aereo che arriva, e tutti, è un istante, si guardano, le parole che si spengono in bocca: ma è solo un cancello che scorre e si chiude. Un’accetta…