Domenico Maceri

Domenico Maceri

Domenico Maceri è nato in Italia ma risiede negli Stati Uniti da molti anni. Ha studiato lingue e letterature romanze alla New Jersey City University, UCLA, e California State University Northridge, e poi ha completato il PhD in letterature comparate alla University of California a Santa Barbara. È professore emerito all'Allan Hancock College di Santa Maria, California. Ha pubblicato un libro su Pirandello, uno sulla grammatica spagnola, e un altro sulla grammatica italiana. Ha anche pubblicato numerosi articoli accademici su Italian Quarterly, Selecta, Hispania, Mosaic, Mester, World Literature Today, e altrove. Da una ventina d'anni scrive editoriali in inglese alcuni dei quali sono stati pubblicati dal Japan Times, Washington Times, Chicago Tribune, New York Times e molti altri su argomenti vari come il multilinguismo, l'immigrazione, e la politica. I suoi editoriali in italiano su argomenti simili dono apparsi su Il Nuovo Riformista, Le Opinioni delle Libertà, L'Unità, America Oggi e molti altri. Alcuni dei sui editoriali hanno vinto premi dalla National Association of Hispanic Publications.

18.01.2019

I rapporti troppo amichevoli di Trump e la Russia 

I rapporti troppo amichevoli di Trump e la Russia 

“È la domanda più offensiva che mi sia stata rivolta”. Ecco la risposta di Donald Trump alla conduttrice Jeanine Pirro della Fox News che le aveva chiesto se avesse mai lavorato per la Russia. Il sorriso ironico della Pirro  ci suggeriva che lei faceva la domanda solo per dare l’opportunità… »

12.01.2019

Lo shutdown e il muro: le crisi di Trump

Lo shutdown e il muro: le crisi di Trump

“Beh, e le 800 mila persone? Le importa? Ha un cuore? Sembra proprio di no”. Con queste parole LaVerne Byrd, una rappresentante sindacale dei dipendenti federali, si rivolgeva  direttamente a Donald Trump, considerandolo responsabile dello “shutdown”, la chiusura dei servizi governativi non essenziali. Byrd si preoccupava ovviamente della situazione finanziaria… »

05.01.2019

Trump e la politica estera: l’istinto non basta

Trump e la politica estera: l’istinto non basta

“Non siamo più fessi. E nessuno ci considera fessi”. Con queste parole Donald Trump spiegava a un gruppo di soldati americani in Iraq che non possono fare le guerre degli altri senza essere ricompensati. Per l’attuale inquilino della Casa Bianca questi pagamenti includono anche “ricompense monetarie”. Trump cercava di giustificare… »

29.12.2018

I collaboratori di Trump: sempre meno “adulti”

I collaboratori di Trump: sempre meno “adulti”

L’annuncio di Donald Trump che ritirerà le forze armate americane dalla Siria non è stato digerito dal generale  Jim Mattis, il segretario della Difesa. Mattis aveva sconsigliato il ritiro e si è dimesso spiegando le sue ragioni in una lettera rilasciata poco dopo l’annuncio di Trump. All’inizio il 45esimo presidente… »

21.12.2018

Trump scarica Cohen ma “sorride” a Flynn e Manafort

Trump scarica Cohen ma “sorride” a Flynn e Manafort

“Non posso assicurarla che se si continua oggi non riceverà una pena che escluda il carcere”. Con queste parole il giudice federale Emmet Sullivan ha cercato di incoraggiare Mike Flynn, ex consigliere della sicurezza nazionale del Presidente Donald Trump, a rinviare la sentenza che stava per imporre. Il primo dicembre… »

12.12.2018

Hillary Clinton e Varoufakis: due ricette per l’immigrazione

Hillary Clinton e Varoufakis: due ricette per l’immigrazione

“Credo che l’Europa debba trovare un modo di gestire l’immigrazione, perché è quello che ha acceso la miccia”.  Con queste parole in un’intervista al giornale britannico The Guardian, Hillary Clinton ha spiegato l’ascesa del populismo che ha causato la perdita di consensi elettorali… »

07.12.2018

Il Partito Repubblicano in California: verso l’irrilevanza?

Il Partito Repubblicano in California: verso l’irrilevanza?

L’elezione in California è stata “bizzarra”. Parla Paul Ryan, l’attuale speaker della Camera, cercando di giustificare le perdite di seggi repubblicani nel Golden State nell’elezione di metà mandato del mese scorso. Ryan ha insistito che il giorno dopo l’elezione la sconfitta non sembrava così schiacciante ma dopo tre settimane “tutti… »

29.11.2018

USA: Pelosi riprende il timone alla Camera

USA: Pelosi riprende il timone alla Camera

“Nancy Pelosi merita di essere scelta dai democratici come speaker della Camera. Se le causeranno problemi, magari io le procurerò dei voti repubblicani”. Così Donald Trump il giorno dopo le elezioni di metà mandato che ha visto i democratici ottenere la maggioranza alla Camera.L’offerta del ramoscello d’ulivo dell’inquilino alla Casa… »

23.11.2018

Trump nomina Whitaker ministro della giustizia: pericolo per Mueller?

Trump nomina Whitaker ministro della giustizia: pericolo per Mueller?

“Non conosco Matt Whitaker”. Queste le parole di Donald Trump su Whitaker che il 45esimo presidente aveva appena nominato ministro di giustizia pro-tempore dopo il licenziamento di Jeff Sessions. Un mese prima, però, Trump aveva commentato in un’intervista alla Fox News che  conosceva Whitaker e che era “una grande persona”. »

20.10.2018

La “soppressione del voto”: arma efficace dei repubblicani?

La “soppressione del voto”: arma efficace dei repubblicani?

Immaginate un giocatore di tennis impegnato in un match nel quale agisce anche da arbitro. Ecco la situazione di Brian Kemp, segretario di Stato della Georgia, dove lui è candidato a governatore nell’elezione del prossimo novembre 2018. Come segretario di Stato, Kemp è incaricato di applicare tutte le leggi e… »

Notizie giornaliere

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.


video 10 anni Pressenza

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.