Domenico Maceri

Domenico Maceri è nato in Italia ma risiede negli Stati Uniti da molti anni. Ha studiato lingue e letterature romanze alla New Jersey City University, UCLA, e California State University Northridge, e poi ha completato il PhD in letterature comparate alla University of California a Santa Barbara. È professore emerito all'Allan Hancock College di Santa Maria, California. Ha pubblicato un libro su Pirandello, uno sulla grammatica spagnola, e un altro sulla grammatica italiana. Ha anche pubblicato numerosi articoli accademici su Italian Quarterly, Selecta, Hispania, Mosaic, Mester, World Literature Today, e altrove. Da una ventina d'anni scrive editoriali in inglese alcuni dei quali sono stati pubblicati dal Japan Times, Washington Times, Chicago Tribune, New York Times e molti altri su argomenti vari come il multilinguismo, l'immigrazione, e la politica. I suoi editoriali in italiano su argomenti simili dono apparsi su Il Nuovo Riformista, Le Opinioni delle Libertà, L'Unità, America Oggi e molti altri. Alcuni dei sui editoriali hanno vinto premi dalla National Association of Hispanic Publications.

Le infrastrutture “soffici” e gli aumenti di imposte ai ricchi

Mitt Romney, multimilionario, candidato presidenziale repubblicano nel 2012 e attuale senatore dell’Utah, non è stato entusiasta della proposta democratica di aumentare le tasse ai miliardari. Secondo Romney, tassare il patrimonio degli ultraricchi li costringerebbe ad allontanarsi dagli investimenti in borsa…

La sfida cinese: fra economia e geopolitica

“La Cina è la minaccia numero uno per gli Stati Uniti”. Così Nicholas Burns in una recente audizione al Senato per la sua conferma a ambasciatore in Cina. Burns è un diplomatico di carriera con parecchi decenni di esperienza quindi…

Censimento Usa 2020: più luci per i repubblicani, meno per i democratici?

I dati preliminari del censimento decennale americano suggeriscono cambiamenti di base che saranno soggetto di studio e nuove strategie per i due maggiori partiti politici ma che avranno conseguenze per tutto il Paese sia nell’immediato che per i prossimi dieci…

La rimozione delle statue e la teoria critica della razza: una strada per un’America migliore?

“Rimuovere la statua è un piccolo passo che può aiutare Charlottesville, la Virginia e l’America ad affrontare il peccato della distruzione volontaria degli afro-americani in nome del profitto”. Queste le parole della sindaca di Charlottesville Nikuyah Walker prima di annunciare…

Gli elettori di Buffalo e l’elezione di India Walton: nessuna paura del socialismo

“Beh, quando pensiamo al socialismo va tutto bene con il socialismo per i ricchi. I salvataggi di Wall Street e delle banche con i miliardi investiti dal governo in sgravi fiscali per l’uomo più ricco al mondo non causano problemi.…

La commissione sugli assalti al Campidoglio spaventa i repubblicani

“Prego ancora che continuiamo ad avere 10 solidi patrioti”. Così Joe Manchin, senatore democratico del West Virginia, che spera di potere contare su 60 senatori (50 democratici e 10 patrioti repubblicani) per approvare la legge sulla Commissione che indaghi sugli…

Biden piace ai liberal ma non tanto in politica estera

“Parla come moderato ma sta governando per soddisfare l’estrema sinistra”. Con queste parole, Mitch McConnell, senatore del Kentucky e leader della minoranza repubblicana al Senato, commentava la politica di Joe Biden. McConnell ha continuato spiegando che nella campagna elettorale Biden…

Da Trump a Biden: goodbye, Afghanistan

Nel 2009, al suo primo anno di vicepresidente, Joe Biden scrisse a mano un memorandum al presidente Barack Obama, nel quale asseriva l’importanza di ritirare le truppe dall’Afghanistan. Quest’idea era maturata da una visita di Biden all’Afghanistan durante la quale…

La riforma della Corte Suprema: mossa cauta di Biden

Si tratta di un “attacco diretto all’indipendenza del sistema giudiziario della nostra nazione”. Ecco come Mitch McConnell, repubblicano del Kentucky e leader della minoranza al Senato, ha definito la commissione presidenziale per la riforma della Corte Suprema. Nel suo annuncio,…

Stati Uniti: 50 o 51?

“Washington D.C. non merita di diventare uno Stato perché non possiede una concessionaria di automobili”. Ecco l’obiezione di Jody Hice, parlamentare repubblicano della Georgia (decimo distretto), alla recente proposta della creazione del 51esimo Stato. Una volta informato che si sbagliava,…

1 2 3 13