Anna Lodeserto

Autrice, analista di relazioni internazionali e ricercatrice impegnata nel dar voce a luoghi, storie, dinamiche culturali e avvenimenti delle periferie e aree peculiari a livello globale poco o mal rappresentate sui media tradizionali. Laureatasi in “Scienze Internazionali e Diplomatiche” con specializzazione in Politiche dello Sviluppo e Paesi extra-europei presso l’Università degli Studi di Bologna, e conseguito un master universitario di secondo livello in “Peacekeeping and Security Studies” sulla gestione delle crisi in ambito europeo e internazionale, Anna Lodeserto si è occupata di contrasto alla criminalità organizzata transnazionale al fianco delle coalizioni della società civile attive in tutta Europa per poi sviluppare il livello di partecipazione dei cittadini nei processi decisionali. Negli ultimi dieci anni ha coordinato campagne di sensibilizzazione e iniziative di carattere euro-mediterraneo a supporto della partecipazione della cittadinanza nei processi decisionali prevalentemente in ambiti relativi alla libera circolazione e mobilità transnazionale, al pluralismo dell’informazione, al divario digitale, all’inclusione sociale e alle politiche migratorie. In tali ambiti tematici, ha lavorato su politiche pubbliche e contenuti operando e vivendo direttamente su territori estremamente diversi tra loro, sia periferici sia aree rurali, in oltre trenta paesi europei ed extraeuropei e in dodici regioni italiane, sviluppando una metodologia di partecipazione e protagonismo della popolazione giovanile maggiormente soggetta a discriminazioni multiple, in particolare nei contesti classificati come periferici e nei quali le nuove generazioni hanno maggiori possibilità di soffrire di situazioni di marginalità e di esclusione sistematica dalla vita sociale e lavorativa. Attualmente scrive per riviste specializzate a livello internazionale e per le pubblicazioni tematiche sulla partecipazione politica dei giovani nei paesi membri dell’Unione europea e del Consiglio d’Europa edite dalla “EU-CoE Youth Partnership”, ovvero il Partenariato tra la Commissione europea e il Consiglio d’Europa nel settore della gioventù.

Black Lives Matter in piazza a Roma e nel resto del mondo per l’azzeramento delle discriminazioni

Dal 28 febbraio al 1° aprile, a Roma e in numerose città d’Italia e del resto del mondo, i movimenti attivi sul fronte della giustizia sociale e dei diritti civili e ambientali, cresciuti in questi ultimi mesi nonostante i forti…

La Giornata Internazionale dei Migranti o dei diritti invisibili e mai ratificati

Il 18 dicembre si celebra in tutto il mondo la “Giornata internazionale per i diritti dei migranti”, istituita nell’anno 2000 dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per sensibilizzare l’opinione pubblica mondiale sull’adozione della “Convenzione internazionale sulla protezione dei diritti di tutti i…

La terza “European Youth Work Convention” tra politiche e prassi ancora lontane da un riconoscimento universale

Lunedì 7 dicembre si è aperta ufficialmente la “ European Youth Work Convention”, una manifestazione di grande rilievo nell’ambito delle politiche giovanili a livello transnazionale, sia per la sua periodicità dato che si tiene solo una volta ogni 5 anni,…

Lo sgombero del Nuovo Cinema Palazzo e il “feticcio della legalità”

“La legalità viene presentata come un valore assoluto, da insegnare nelle scuole, da trasmettere ereditariamente. Ogni bambino deve crescere con l’idea di Legalità. Dopodiché la storia [quel convitato di pietra che descrivevo prima] arriva sempre un po’ petulante a ricordarci…

Roma incisa nel tempo di Giambattista Piranesi alla Casa di Goethe

Prima della nuova fase di chiusura dei musei, dedico una tappa di ricerca alla Casa di Goethe , unico museo pubblico tedesco fuori della Germania che sin dal 1997 rianima le stanze dell’appartamento romano dove Johann Wolfgang Goethe soggiornò insieme al pittore…