Il 2 febbraio 2022, giorno del quinto anniversario del Memorandum, decine di organizzazioni italiane, libiche, africane ed europee presentano un documento di analisi e denuncia degli effetti del Memorandum e lanciano un appello al governo e alle organizzazioni internazionali: l’unica strada per tutelare le persone migranti in Libia è la revoca immediata del Memorandum.

Il blocco delle partenze determinato dall’attuazione del Memorandum attraverso gli ingenti finanziamenti garantiti dall’Italia alle autorità libiche si è rivelato un fattore che agevola la strutturazione di modelli di sfruttamento, riduzione in schiavitù e violenze, definiti come crimini contro l’umanità dalla Missione d’inchiesta indipendente delle Nazioni Unite.

Al contempo, le misure previste per consentire l’uscita legale delle persone migranti dal paese – evacuazioni, corridoi umanitari e resettlement – si sono dimostrate gravemente insufficienti a garantire l’accesso ai diritti e alla protezione in maniera generalizzata, sia per la limitatezza dei mezzi, sia per l’assenza di garanzie procedurali e il carattere concessorio proprio di questi sistemi.

Spesso, l’adesione a programmi di rimpatrio “volontario” rappresenta l’unico strumento per sottrarsi alle violenze e agli abusi, anche quando il ritorno nel Paese di origine espone le persone alle medesime persecuzioni da cui sono fuggite.

A fronte dell’esperienza maturata negli ultimi cinque anni e all’aumento di violenze e repressione a cui assistiamo negli ultimi mesi, le organizzazioni firmatarie, attraverso l’appello richiedono

  • al governo italiano di revocare immediatamente il Memorandum. Si tratta dell’unica scelta praticabile di fronte all’impossibilità strutturale di apportare miglioramenti significativi alle condizioni di vita di migranti e rifugiati in Libia e di garantire loro un adeguato accesso alla protezione, come dimostrato dall’evoluzione della situazione libica.
  • all’UNHCR e OIM, in ottemperanza al loro mandato di tutela dei cittadini stranieri presenti in Libia, di aderire alla richiesta di revoca del memorandum, così da evitare qualsiasi rischio di connessione tra le gravi violazioni dei diritti umani che derivano dal Memorandum e le proprie iniziative.

Il documento che analizza e denuncia gli effetti del Memorandum è disponibile in diverse lingue:

Associazioni e Organizzazioni

  1. Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione
  2. Un Ponte Per (UPP)
  3. ActionAid Italia
  4. Intersos
  5. European Center for Constitutional and Human Rights (ECCHR)
  6. Emergency Ong Onlus
  7. Associazione Nazionale Giuristi Democratici
  8. Fondazione Migrantes
  9. Centre for Peace Studies
  10. The Libyan center for freedom of the press
  11. World Organisation Against Torture (OMCT)
  12. Cairo Institute for Human Rights Studies (CIHRS)
  13. Watch The Med – Alarm Phone
  14. Alarm Phone Sahara
  15. Avocats sans Frontières Tunisie
  16. Forum Tunisien pour les Droits Economiques et Sociaux
  17. Migreurop
  18. StateWatch
  19. Libyan Crimes Watch
  20. المنظمة المستقلة لحقوق الإنسان
  21. Adal For All – عدالة للجميع
  22. منطمة الأمان لمناهضة التمييز العنصري
  23. مركز مدافع لحقوق الإنسان – Defender Center for Human Rights
  24. شبكة اصوات للاعلام
  25. المنظمة الليبية للاعلام المستقل
  26. مؤسسة بلادي لحقوق الإنسان
  27. J wc
  28. A Buon Diritto Onlus APS
  29. Border Violence Monitoring Network
  30. Mediterranea Saving Humans
  31. Progetto Melting Pot Europa
  32. Medici del Mondo Italia
  33. UIL – Unione Italiana del Lavoro
  34. Trama di Terre APS Onlus
  35. CNCA
  36. Are You Syrious
  37. Mosaico azioni per i rifugiati
  38. RESQ – PEOPLE SAVING PEOPLE
  39. Campagna LasciateCIEntrare
  40. Legal Team Italia
  41. Josoor
  42. NoName Kitchen
  43. Baobab Experience
  44. Mani Rosse Antirazziste
  45. Le Veglie contro le Morti in Mare
  46. Associazione Naga – Organizzazione di volontariato per l’Assistenza Socio – Sanitaria e per i Diritti di Cittadini Stranieri, Rom e Sinti
  47. Carovane Migranti
  48. Red Solidaria de Acogida Madrid
  49. Solidaunia-La Daunia Per Il Mondo Odv
  50. Cestim centro studi immigrazione
  51. Associazione Don Vincenzo Matrangolo
  52. Dipende da Noi
  53. Comitato Antirazzista “5 Luglio” Fermo
  54. Casa del Popolo FERMO
  55. Origens ETS
  56. Mesagne Bene Comune
  57. Gruppo Educhiamoci alla Pace ODV BARI
  58. AMIS ONLUS – Associazione Mediatori Interculturali Salento
  59. Comitato per la Pace – Bari
  60. APS Giraffa onlus
  61. Centro studi Alfredo Reichlin
  62. GRUPPO LAVORO RIFUGIATI ONLUS
  63. Squola senza confini – Penny Wirton Bari – OdV
  64. Convochiamoci per Bari
  65. Libera (Puglia)
  66. Gris Marche
  67. Senza confini odv
  68. Associazione Rumori Sinistri ODV
  69. Associazione No Border APS
  70. Associazione Arci Todo Cambia APS
  71. Associazione Periplo ODV
  72. Cidas Cooperativa sociale
  73. Acli Milano Monza e Brianza aps
  74. Associazione Deposito Dei Segni Onlus
  75. ANPI Chioggia
  76. Asinichevolano Aps
  77. Mare Memória Viva
  78. Auser Montesilvano APS
  79. Associazione di volontariato Ohana
  80. Associazione “Leggere per…”
  81. Comitato Fermiamo la guerra Firenze
  82. Casa Simonetta
  83. Donne in Nero, Napoli
  84. Refugees Welcome Genova
  85. Rete Antirazzista Catanese
  86. Arci servizio civile Vicenza
  87. Biblioteca delle Donne Bruzie
  88. Oltre il Ponte APS ETS
  89. Associazione Culturale Ricreativa A. Gramsci (ACRAG)
  90. FONDAZIONE CAV. GUIDO GINI ONLUS
  91. Organizzazione di Volontariato Casa di Amadou
  92. ASSOCIAZIONE ESODO
  93. Lungo la Rotta Balcanica – Along the Balkan Route
  94. Tavolo Comunità Accoglienti- Venezia
  95. Digiuno di Giustizia in Solidarietà con i Migranti- Bari
  96. C.I.S.M. Spinea ODV (Coordinamento Immigrati del Sud del Mondo)

Sottoscrizioni individuali

  1. Cassarino Jean-Pierre
  2. Roberto Giancarlo Di Cagno
  3. Isa Zizza
  4. Stefano Pasta
  5. Ruggiero Francavilla
  6. Maria Matarazzo
  7. Agostino Cinquepalmi
  8. Marzia Pontone
  9. Ibrahim Muhammad Mukhtar Esq.
  10. Avvocato Gianluca Vitale
  11. Fumagalli Amalia
  12. Salah El-Marghani
  13. Paolini Monica
  14. Bongrazio Maria Grazia
  15. Cirillo Vanessa
  16. Decina Silvia
  17. Achelaritei Dorina
  18. Bertoli Fabrizio
  19. Tondo Giorgio
  20. Contegiacomo Caterina
  21. Ianniello Caterina
  22. Santovito Pietro
  23. Giampaoletti Marcello
  24. Mattone Fantini Riccardo
  25. Roberto Pollo
  26. Serena Sardi
  27. Rodelli Caterina
  28. Patrizia Iansa
  29. Lidia Parma
  30. Iuorio Aurora
  31. Marco Giunti
  32. Tonini Alberto
  33. John Mpaliza
  34. Moroni Sheyla
  35. Petrolati Emanuela
  36. Erminia Romano
  37. Giorgia Palombi
  38. Cinthia Grossi
  39. Sonia Inzoli
  40. Rafanelli Paola
  41. Rosita Russo
  42. Susanna Poole
  43. Neri Cristina
  44. Kola Ermira
  45. Simonato Micol
  46. Zanella Mauro Carlo
  47. Luca Trivellone
  48. Di Bonaventura Emanuele
  49. Valeria Rigotti
  50. Molteni Olivia
  51. Emanuela Tagliabue
  52. Pietropoli Antonella
  53. Peruffo Beatrice
  54. Dal Lago Giuseppina
  55. Marlène Micheloni
  56. Ginevra Battistini
  57. Rebeggiani Silvia
  58. Valentina Dovigo
  59. Greta Orsenigo
  60. Privitera Manuela
  61. Suriano Gabriele
  62. Picotti Stefano
  63. Cazzavillan Anna
  64. Adami Valentina
  65. Lucia Tomba
  66. Ortolan Giuliana
  67. Noemi Filosi
  68. Consoli Corrado
  69. Andrea Corso
  70. Consolaro Paolo
  71. Volonté Cecilia
  72. Marrone Irene
  73. Johanès Si Mohand
  74. Rugle, Karolina
  75. Virtù Caterina
  76. Antonino Stinà
  77. Eriselda Shkopi