Nel 1996 La Via Campesina ha coniato il concetto di Sovranità alimentare per sottolineare l’importanza dei piccoli produttori di cibo, i saperi contadini, l’autonomia e la diversità delle comunità rurali e urbane e la solidarietà tra i popoli come elementi essenziali nella definizione delle politiche intorno al cibo e all’agricoltura.

Il 16 ottobre 2021 celebriamo i 25 anni della sovranità alimentare. Questa celebrazione avviene in un momento in cui il pianeta e l’umanità stanno affrontando crisi multiple senza precedenti: cambiamenti climatici, perdita di biodiversità e crisi pandemica sono alcune delle conseguenze di un sistema malato in cui la fame, la povertà e le disuguaglianze sono in aumento.

Dobbiamo urgentemente trasformare il nostro stile di vita per adattarci e sopravvivere. Ora è il momento di coordinare globalmente le azioni nelle zone rurali e urbane per costruire sistemi alimentari equi e sani, resistendo alla cattura da parte delle multinazionali. Aderisci QUI alla chiamata all’azione!

La sovranità alimentare è la soluzione per trasformare i sistemi alimentari, porre fine alla fame e alla malnutrizione e raffreddare il pianeta, preservando la biodiversità e rispettando i diritti dei contadin* e dei lavorator*! Non c’è futuro senza sovranità alimentare.

Per saperne di più e per leggere la chiamata all’azione per il 16 ottobre, clicca QUI e visita il nostro sito, e guarda il video sul movimento de La Via Campesina!

Condividi e diffondi il manifesto del 16 ottobre sulle tue pagine social, e partecipa alla call per artisti per la sovranità alimentare!

Assorurale