Basta ingerenze imperialiste contro l’isola. Intervento del direttivo del Circolo Pescara-Abruzzo dell’Associazione di Amicizia Italia-Cuba.

Con riferimento alle recenti manifestazioni di protesta svoltesi a Cuba (alcune delle quali con atti violenti da parte dei manifestanti che hanno distrutto mezzi della polizia) a causa dei disagi conseguenti alla crisi pandemica, si evidenzia l’assoluta parzialità dell’informazione resa dai nostri media che hanno enfatizzato tali manifestazioni (verificatesi anche in molti altri paesi senza ricevere analogo risalto) omettendo di dare conto delle numerose e ben più consistenti contromanifestazioni svoltesi a sostegno del governo cubano e a difesa della sovranità di Cuba contro le ingerenze esterne che hanno ispirato in molti casi le proteste, ed anzi arrivando a trasmettere anche alcuni video non girati a Cuba ma a Miami e spacciati per proteste sul suolo cubano.

Va denunciato anche il silenzio assoluto sugli effetti, ancor più gravi in periodo di pandemia, del persistente e criminale embargo che da 60 anni tormenta Cuba impedendo, in questo periodo, finanche il reperimento delle siringhe necessarie per inoculare i vaccini, che Cuba ha con successo autonomamente realizzato e prodotto (due tra i primi 10 vaccini autorizzati al mondo), accentuando così a dismisura le inevitabili difficoltà che la pandemia sta provocando in tutto il pianeta.

Embargo ancora una volta condannato, come avviene ormai da 29 anni, dalle Nazioni Unite, con risoluzione del 23.6.2021 votata con 184 voti a favore contro 2, senza che a tale questione venga dato alcun risalto nei mezzi di informazione.

L’Associazione di Amicizia Italia-Cuba, Circolo di Pescara-Abruzzo, nell’esprimere la totale solidarietà al popolo cubano, non dimentica con gratitudine il sostegno che ci è stato dato dal popolo e dal governo cubano nel momento più difficile della pandemia, con l’invio delle brigate mediche Henry Reeves, prezioso sostegno nelle zone più colpite del paese, in un contesto di persistente embargo- “bloqueo” criminale voluto da 60 anni dagli Stati Uniti, che non possono certamente permettersi di dare lezioni di democrazia al popolo cubano, che ha l’unica colpa di non essersi piegato alla volontà egemonica americana.

 

italiacubapeab@gmail.com

https://www.facebook.com/Associazione-Nazionale-di-Amicizia-Italia-Cuba-AbruzzoPescara-100269284749349/