L’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) ha chiarito chi, e in base a quali requisiti, ha diritto al vaccino anche se cittadino di origine straniera ed eventualmente in condizioni di fragilità sociale.

l’AIFA ha esplicitato che per accedere alla vaccinazione “sulla base di quanto sancito dall’articolo 32 della Costituzione italiana e di quanto previsto dall’articolo 35 del Testo Unico sull’immigrazione, può essere accettato un qualsiasi documento (non necessariamente in corso di validità) che riporti l’identità della persona da vaccinare e/o Tessera sanitaria – Tessera TEAM (Tessera Europea Assistenza Malattia) – Codice STP (Straniero Temporaneamente Presente) – Codice ENI (Europeo Non Iscritto). In mancanza di un qualsiasi documento verranno registrati i dati anagrafici dichiarati dalla persona e l’indicazione di una eventuale ente/struttura/associazione di riferimento”.

Fonte: AIFA – Domande e risposte sui vaccini a mRNA