I Dieci Comandamenti – Carta d’Intenti per l’Esercizio di un’Autentica Democrazia Amministrativa

08.09.2020 - Viareggio - Redazione Toscana

I Dieci Comandamenti – Carta d’Intenti per l’Esercizio di un’Autentica Democrazia Amministrativa
Aldo Capitini (Foto di Movimento Nonviolento)

Per recuperare il rapporto tra elettori e i futuri eletti, i partiti e le liste civiche dovrebbero adottare una carta d’intenti per l’esercizio di un’autentica democrazia amministrativa. Una carta che impegni gli eletti a garantire un’informazione trasparente e che renda partecipe e consapevole il cittadino delle decisioni piccole o grandi che siano.

Conoscere per deliberare, diceva Luigi Einaudi. Un comune virtuoso deve avere nel suo DNA la volontà di una consultazione periodica con i propri cittadini, perché il Sindaco è il servitore, colui che ascolta, e non una patriarca dispotico.

Qui di seguito, una proposta di carta d’intenti, in cui la democrazia è intesa col fine di portarla all’apice del suo valore: l’omnicrazia, come diceva Aldo Capitini, ovvero la chiamata di tutti agli aspetti decisionali.

1.      Il Sindaco non è un autocrate, ma colui che ascolta.

2.      Non c’è vera democrazia, senza completa informazione.

3.      Gli assessori e i consiglieri raccolgono le istanze dei cittadini e se ne fanno interpreti in consiglio comunale.

4.      Gli amministratori non prenderanno decisioni importanti per il futuro della comunità senza prima aver consultato i cittadini in pubbliche assemblee.

5.      Le pubbliche assemblee devono essere organizzate periodicamente per discutere i temi locali o generali.

6.      Gli atti amministrativi devono avere un linguaggio comprensibile per tutti.

7.      Il bilancio partecipativo viene deciso con i cittadini.

8.      L’amministrazione non deve entrare in conflitto d’interesse personale, familiare o di gruppo.

9.      Evitare favoritismi nei concorsi pubblici, premiando il merito e non l’appartenenza.

10.   Non praticare il mobbing nei confronti dei dipendenti, che manifestano un’opinione e un pensiero politico diverso, rispettando il principio di non discriminazione, come stabilito dall’articolo 3 della Costituzione italiana.

 

Anna Mahjar-Barducci, candidata con la lista civica Più Democrazia per Viareggio e Torre del Lago.

Categorie: Comunicati Stampa, Europa, Politica
Tags: , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Giornata della Nonviolenza

Giornata della Nonviolenza

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.