Molto più di Zan: in piazza a Roma

15.07.2020 - Redazione Italia

Molto più di Zan: in piazza a Roma
(Foto di NUDM)

Contro la violenza omo-lesbo-bi-trans-intersex-afobica e sessista una legge non basta

Giovedì 16 luglio alle ore 17, Non Una Di Meno sarà in piazza Santissimi Apostoli – mentre in contemporanea i “no gender” saranno sotto Montecitorio – per dare vita a un momento collettivo di lotta, gioia, performance, musica. Saremo in piazza per dire che la legge va approvata, ma non accetteremo compromessi al ribasso e giochi politici sulle nostre vite.

Saremo in piazza per dire che la legge va approvata, ma non accetteremo compromessi al ribasso e giochi politici sulle nostre vite.

Contro di essa si stanno già mobilitando la destra e le organizzazioni del fondamentalismo cattolico, le stesse che attaccano l’autodeterminazione delle donne e il diritto all’aborto, l’educazione all’affettività e alla sessualità nelle scuole, il riconoscimento dei legami affettivi fuori dallo schema della famiglia etero-patriarcale, la dignità di ogni identità di genere fuori dal binarismo uomo-donna.

Crediamo però che questa legge non basti e debba essere solo l’inizio, ciò che vogliamo è #MOLTOPIÙDIZAN!

Non bastano pene più severe se le premesse della violenza che subiamo restano immutate: il diritto penale e il carcere non risolvono problemi di natura prima di tutto sociale e culturale.
Vogliamo misure di contrasto alle discriminazioni e all’esclusione dal lavoro, l’educazione sessuale e all’affettività nelle scuole di ogni ordine e grado, il pieno riconoscimento della genitorialità per tutt*.

Reclamiamo consultori e centri antiviolenza autonomi, per le donne e per le persone LGBT*QIAP+, la fine della rettificazione genitale alla nascita per le persone intersex, la piena depatologizzazione dei percorsi di transizione e una riforma della legge 164/1982, una legge che vieti le cosiddette “terapie di riconversione”.
Vogliamo che i fondi messi in campo dalla legge per centri e case rifugio siano molti di più e legati ai bisogni reali delle nostre soggettività.

Scendiamo in piazza per dire con i nostri corpi che il sesso non è un destino e che le nostre vite contano, oltre gli schemi imposti!

Mentre siamo in piazza, è importante garantire, da parte di tutt*, la cura reciproca, il rispetto delle distanze e delle misure necessarie per la sicurezza collettiva.

Evento FB: https://www.facebook.com/events/747489746026415/

Vieni in piazza, porta il tuo cartello, la tua favolosità… e ovviamente la mascherina.

Non Una Di Meno

Categorie: Comunicati Stampa, Europa, Genere e femminismi
Tags: , , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.