L’esplosione sociale dell’ottobre 2019 ha messo in evidenza il distacco tra i partiti politici e la base sociale. Il Partito Umanista non ha potuto sfuggire a questo fenomeno generalizzato e ha perso una delle sue caratteristiche essenziali: il legame con la gente. L’essenziale dell’azione politica non si svolge nelle istituzioni dello Stato, ma si dispiega dalla base sociale. Questi gli argomenti di una lettera firmata dal deputato Tomás Hirsch e da quasi 300 militanti, che mette fine alle sua militanza nel partito dopo 36 anni.

Hirsch ha assicurato che “siamo giunti alla convinzione che in un contesto in cui i partiti politici sono generalmente in crisi e non sono in grado di dare risposte alle nuove esigenze sociali, soprattutto a quelle delle nuove generazioni, al PU è successa la stessa cosa. È diventata un’istituzione che non è stata in grado di mettersi all’altezza dei tempi e in qualche modo è rimasta paralizzata, o ha perso una delle sue caratteristiche essenziali che è la sua connessione con le persone”.

Ha anche sottolineato che, con le sue dimissioni e quelle degli altri 300 militanti, “ciò che stiamo cercando è di ritrovare lo spirito dell’umanesimo e riprendere quello che è stato il suo progetto storico. Sentiamo che è andato perduto, che siamo rimasti piuttosto nell’istituzionale, siamo diventati un’istituzione in qualche modo vuota, senza il contenuto che ha dato significato al PU per così tanto tempo. ”

La lettera, inviata il 6 maggio al Coordinamento Nazionale del Partito Umanista, al Presidente della Camera dei Deputati e al Servizio Elettorale, è la seguente:

«Amiche e amici,

Noi che sottoscriviamo questa lettera siamo un insieme di membri del Partito Umanista che hanno preso la decisione di annullare l’iscrizione al Partito. Vogliamo condividere con voi le riflessioni che ci portano a questa decisione.

Il Partito Umanista nasce – in Cile e nel mondo – dal Movimento Umanista, che ha realizzato la sua azione di trasformazione dalla fine degli anni ’60. Durante questo tempo il Movimento ha preso diverse forme per portare avanti i suoi ideali di trasformazione personale e sociale.

Il nostro scopo è sempre stato quello di umanizzare un mondo disumanizzato. Un mondo caratterizzato da un sistema economico ineguale, che ha permesso la maggiore concentrazione di ricchezza di tutta la storia umana. Un sistema politico che limita il potere della cittadinanza, affidandolo a un’élite subordinata al capitale finanziario internazionale e a un ordine sociale basato sulla competizione e sul consumo, che deteriora i legami tra le persone, distrugge l’ambiente e minaccia la continuità della vita. Questo deterioramento si verifica in ogni angolo del pianeta, per cui siamo costretti a concepire nuove risposte di carattere globale, anche se la loro applicazione è inizialmente locale.

Facendo un po’ di storia, il PU è entrato nella scena politica nel 1984, con la mistica e la forza della nonviolenza ed è stato il primo partito legalizzato nella dittatura. È nato per rinnovare la vecchia politica e per portare con la sua irriverenza un soffio di allegria e speranza in un paese rattristato dalla dittatura. Con il PU, la nonviolenza attiva si è vestita di arancione e ha agitato con forza le sue bandiere, con l’orgoglio di essere “qualcosa di più di un partito” e di promuovere il cambiamento interiore che deve accompagnare i cambiamenti sociali. Alla fine degli anni ’80, grazie al lavoro volontario di centinaia di umanisti, siamo arrivati al Congresso con Laura Rodriguez. I nostri giornali di quartiere e fronti d’azione si sono moltiplicati e ci hanno aiutato a mantenere uno spirito militante e il contatto con le persone.

Tutto questo senza la stampa e senza risorse, coadiuvato dalla convinzione interna che l’umanesimo avesse qualcosa di molto prezioso per contribuire alla nostra società. Non abbiamo mai smesso di alimentare il sogno di un Cile più giusto e più umano. Questa aspirazione profonda, al di là di provvisori fallimenti, ha dato senso e coerenza alle nostre vite. Per questo motivo, nel 1993 abbiamo abbandonato la Concertazione (coalizione salita al potere alle prime elezioni libere dopo la dittatura NdT), cercando di dare continuità a quel progetto di una società giusta basata su alleanze con altri gruppi di sinistra. Poi è arrivato il tentativo presidenziale della Nuova Sinistra guidato da Cristián Reitze, che è continuato con la nostra candidatura presidenziale del 1999. Nel 2005 abbiamo fondato Juntos Podemos, che con una nuova candidatura presidenziale di Tomas Hirsch è diventata la più ampia alleanza di sinistra dopo il ritorno alla democrazia. Più recentemente, nel 2016 insieme ad altri partiti e organizzazioni sociali abbiamo fondato il Fronte Ampio e siamo tornati al Congresso dopo 26 anni. Quest’ultimo periodo coincide con l’arrivo di giovani che, con un nuovo paesaggio sociale molto più aperto e inclusivo, sollevano preoccupazioni e domande che sfidano l’agenda politica. Questi giovani trovano nell’umanesimo una risposta alle loro ricerche e appoggiano la rivoluzione nonviolenta, aprendo decine di locali quartieri di quartiere e mostrando le loro proposte sulle reti.

In questo tentativo di proiettare l’umanesimo nell’arena politica, hanno sempre coesistito diversi punti di vista e modi di fare le cose. E al di là delle maggioranze circostanziali, abbiamo mantenuto l’accordo tacito per preservare ciò che è nostro, con i suoi valori, i suoi principi e i suoi codici, rinunciando a pregiudizi e apprezzamenti personali. Allo stesso modo, gli incarichi nel partito sono sempre state intesi come funzioni, privilegiando internamente l’accordo e la parità nelle nostre relazioni come stile di lavoro. Per quanto riguarda il modo di fare politica, da sempre abbiamo ritenuto che l’essenziale di questa azione non si svolga nelle istituzioni dello Stato, ma si dispieghi a partire dalla base sociale.

L’esplosione sociale dell’ottobre 2019 ha messo in evidenza il distacco tra i partiti politici e la base sociale. Il Partito Umanista non è stato in grado di sfuggire a questo fenomeno generalizzato e ha così perso una delle sue caratteristiche essenziali, il collegamento con la gente. Così, nonostante l’apertura che il Partito ha sperimentato negli ultimi anni, l’attuale quadro politico istituzionale non riesce a generare gli spazi perché vecchi e nuovi umanisti possano dispiegare pienamente la loro azione nel mondo.

La nostra decisione di uscire dal PU è motivata dalla necessità di ritrovare il senso e lo spirito dell’umanesimo. Vogliamo rafforzare la nostra azione nel mondo, esplorando nuovi modi di organizzazione aperti, flessibili e diversi nella loro espressione. Questo tentativo è politico, ma va oltre, facendo confluire molteplici forme di azione in un’ampia corrente umanista.

Non abbiamo voluto rimandare questa decisione per l’urgenza che ci impone l’attuale crisi. Nell’immediato continueremo a portare avanti con forza i diversi progetti e attività in cui siamo coinvolti nel campo politico, nell’ambito dell’azione sociale, nel campo della cultura, delle comunicazioni e del pensiero. Intendiamo concentrare i nostri sforzi sul rafforzamento di questo movimento sociale che si è manifestato maggiormente da qualche tempo nel nostro paese e nel mondo e che vuole costituirsi come gestore delle trasformazioni di cui abbiamo bisogno per uscire dalla crisi in cui siamo immersi.

Vogliamo, infine, approfittare di questa occasione per rivolgere un ampio invito a tutti quegli amici e amiche che vogliono unirsi a questo nuovo momento. Avviando questo cammino fuori dall’istituzione di partito, non stiamo abbandonando l’Umanesimo. Al contrario, avanziamo verso l’incontro con quell’Umanesimo che ha orientato e continuerà a orientare le nostre vite.

Un saluto di pace, forza e allegria

6 maggio 2020. –

1 Tomás Hirsch, deputato, candidato alla presidenza 1999 e 2005

2 Carmen Gloria Avendaño Ruíz, presidente della Corte suprema, fondatrice del Partito Umanista

3 Marilen Cabrera Olmos, Vicepresidente nazionale, Ex presidente nazionale, fondatore

4 Danilo Monteverde Reyes, direttiva nazionale, ex presidente nazionale

5 Efren Osorio Jara, Consiglio nazionale, ex presidente nazionale, fondatore

6 Oscar Onell, Direttiva nazionale, fondatore

7 Tomás Bize, ex segretario generale e fondatore

8 Pía Figueroa, condirettore dell’Agenzia Pressenza, fondatrice

9 Joaquín Arduengo, ex vicepresidente, fondatore

10 Catalina Vidal, Presidente regionale metropolitano

11 Cristóbal Mardones Diaz, segretario regionale metropolitano

12 Claudia Portillo, Presidente regionale di Tarapacá, fondatore di Tarapacá

13 Richard Onell, consigliere regionale Tarapacá Tarapacá

14 Inés Beyzaga, Tarapacá

15 Jacqueline Villarroel, Tarapacá

16 Pablo Onell Aracena, Direttiva regionale Antofagasta, Antofagasta

17 Rosa Aracena, consigliera regionale Antofagasta, fondatrice Antofagasta

18 Geraline Morales Burgos, Antofagasta

19 Naiberth Campillay Rojas, Antofagasta

20 Antonia Onell Rojas, Antofagasta

21 Mauricia Saavedra, Folklorista, Regione del Maule Maule

22 Felipe Rojas Escudero, segretario regionale BioBio, fondatore di Bio-Bio

23 Lilian Rivera Zenoff, Consigliere regionale Bio Bio Bio-Bio

24 Francisca Ramis Federici, Consigliere regionale Bio Bio Bio-Bio

25 Loreto Muñoz Gutiérrez, ex Bio Bio Bio PD, fondatore di Bio-Bio

26 Carolina Carrasco Beltlrán

27 Patricia Beltrán Silva

28 Jorge Monje Chavez, Bio-Bio

29 Javiera Ramos Medina, Bío Bío

30 Edilia Guevara, Bio-Bio

31 Sharon Loayza Nieto, Bio-Bio

32 Daniel Rojas Muñoz, Bio-Bio

33 Gaspar Rojas Muñoz, Bio-Bio

34 Paola Campos, Bio-Bio

35 Francisca Morales Campos, Bio-Bio

36 Sonia Pérez Hernández, Bio-Bio

37 Avril Astudillo Pérez, Bio-Bio

38 Naomi Herrera Loayza, Bio-Bio

39 Jorge Inostroza Badilla, Bio-Bio

40 Magdalena Acevedo Mora, Bio-Bio

41 Maria Elena Bordones Alarcón, Bio-Bio

42 Scarlett Alarcón Pereira, Bio-Bio

43 Cristian Rojas Macaya, Bio-Bio

44 Johanna Grandón Victoriano, Bio-Bio

45 Jaime Bordones Ramírez, Bio-Bio

46 Alberto Faundez Vera, Bio-Bio

47 Pamela Mena San Juan, Bio-Bio

48 María Paz Ayala Mege, Bio-Bio

49 Francisco Santander Cheverría, Bio-Bio

50 Cecilia Beltrán Silva, Bio-Bio

51 Hernán Beltrán Silva, Bio-Bio

52 Luz Silva Paz, Bio-Bio

53 Pamela Beltrán Carrasco, Bio-Bio, fondatrice

54 Juan Cifuentes Ortiz, Bio-Bio

55 Juan Antonio Coasio Bañarez, Bio-Bio

56 Anahi Inzunza Navarro, Bio-Bio

57 Nicol Inzunza Navarro, Bio-Bio

58 Claudio González González, Bio-Bio

59 Maria Isabel Ramos Espinosa, Bio-Bio

60 Annaliz caldovinos Vásquez, Bio-Bio

61 Verónica Monje Guevara, Bio-Bio

62 Nolberto Cabrera Vásquez, Ñuble

63 Alicia Campos Sepúlveda, Ñuble

64 Diego Cabrera Vejar, Ñuble

65 Cecilia Ortega Henriquez, Valparaíso

66 Rodolfo Weishaupt Hidalgo, Valparaíso

67 Nicole Rojas Henriquez, Valparaíso

68 Hugo Toledo Pérez, Valparaíso

69 Paz Carrasco Carrasco, Valparaíso

70 Beatriz Figueroa Ibarra, Valparaíso

71 Cristián Durán, Osorno

72 Marcelo Vergara, Los Lagos

73 Oscar Oyarzo, Coordinatore del Fronte studentesco, metropolita

74 Daniela Rios, coordinatrice dell’azione del quartiere femminista, metropolita

75 Anabella Ballesteros Rebollo, coordinatrice Murga Alegria Naranja, Metropolitana

76 Sergio Avendaño Ruíz, fondatore, Metropolitana

77 Rossana Julia Cabrera Olmos, fondatrice, Metropolitana

78 Marcela Campolo Fernández, fondatrice, Metropolitana

79 Hernán Gacitúa Cepeda, fondatore, Metropolitana

80 Livia Grácola, fondatrice, Metropolitana

81 Miguel Hirsch G, fondatore, Metropolitana

82 Jovinessa Mujica Martinez, fondatrice, Metropolitana

83 Flavio Oneto Andía, fondatore, Metropolitana

84 Marisol Pardo Menares, fondatore, Metropolitana

85 Gabriel Pinto Uribe, fondatore, Metropolitana

86 Verónica Recabarren Gajardo, fondatore, Metropolitana

87 Ana Toro, fondatrice, Metropolitana

88 Juanita Vergara, fondatrice, Metropolitana

89 Bernarda Zúñiga Q, fondatrice, Metropolitana

90 Diego Abedrapo, Metropolitan

91 Mirsa Acevedo Molina, metropolitana

92 Patricia Ahumada, metropolitana

93 Diego Alarcón A, Metropolitan

94 Lorenzo Albanez, metropolita

95 Pablo Álvarez, metropolita

96 Patricio Andreu, metropolita

97 Juan Apablaza Gallegos, Metropolitan

98 Gonzalo Apablaza Gonzalez, Metropolitan

99 Gabriela Aranda, metropolitana

100 Fernando Arias Contreras, metropolitano

101 Paula Arias M, Metropolitan

102 Beatriz Avendaño Santolaya, Metropolitana

103 Carmen Avendaño Santolaya, metropolitana

104 Asunción Baeza, metropolita

105 Luis Barraza Guzman, metropolita

106 Claudia Bejar, metropolitana

107 Isidora Besa M, metropolitana

108 Lucas Besa M, metropolitano

109 Felipe Besa T, metropolitano

110 Andrés Bórquez Andrades, metropolitano

111 Jeannette Bravo Brenet, metropolitana

112 Rodrigo Bravo Busto, Metropolitana

113 Santiago Bravo Recabarren, Metro

114 Florencia Bravo Recabarren, Metropolitana

115 Elizabeth Bustamante Agell, Metropolitan

116 Angelica Bustos Martínez, metropolitana

117 Julio Cabrera Omos, Metropolitan

118 Aída Caniu Trabol, metropolitana

119 Fabian Caniuqueo, Metropolitan

120 Fabian Caniuqueo, Metropolitana

121 Ivanna Carrasco, metropolitana

122 José Carrera, metropolita

123 Francisco Carreras Vicuña, metropolita

124 Fabian Castro Lagos, metropolita

125 José Castro Méndez, metropolita

126 Angelica Cerey, metropolitana

127 Ximena Chacón, metropolitana

128 Alejandra Contreras Aravena, metropolitana

129 Felipe Contreras Pizarro, Metropolitan

130 Gabriel Cornejo Ibarra, metropolita

131 Marcela Cubillos, metropolitana

132 Florence De la Maza, metropolitana

133 Gonzalo Délano, metropolita

134 Aníbal Díaz, metropolitano

135 Lucia Diaz Reyes, metropolitana

136 Marina Diaz Reyes, metropolitana

137 Rosa Díaz Reyes, metropolitana

138 Karen Domínguez Cancino, Metropolitan

139 Andrea Elías Bruna, metropolita

140 Giselle Farías Zenteno, metropolitana

141 Pablo Fernández, metropolita

142 Marcela Flores romana, metropolitana

143 Sabina Fontanilla, metropolitana

144 Paulina Fuenzalida Rosas, metropolitana

145 Estrella Gacitúa Campolo, Metropolitan

146 Marta Gacitúa Cepeda, metropolitana

147 Giordania Gajardo Sáez, metropolitana

148 Fernando García Nadaff, metropolita

149 Viviana García, metropolitana

150 Paola Garrido, metropolitana

151 Ximena Garrido Olmedo, Metropolitan

152 Hans Geisse Mardones, metropolitano

153 Rommy Geisse Mardones, metropolitano

154 Jorge Gonzalez, metropolita

155 Camila Gonzalez, metropolitana

156 Katherine González, metropolitana

157 Mariel González Ortega, Metropolitan

158 Grace González, metropolitana

159 Sofia Gutierrez, metropolitana

160 Macarena Gutiérrez Vergara, metropolitana

161 Angela Guzman Díaz, metropolitana

162 Mariela Henriquez Lagos, metropolitana

163 Rodrigo Herrera Carvajal, metropolita

164 Cristián Hidalgo, metropolitano

165 Gloria Hidalgo, metropolitana

166 Daniela Hirsch Vergara, metropolitana

167 Ximena Hodge, Metropolitan

168 Valeria Huerta Contreras, metropolitana

169 Carlos Hunt Recabarren, metropolita

170 Valentina Hunt Recabarren, Metropolitan

171 Martín Inostroza, Metropolitan

172 Carlos Inostroza, metropolita

173 Antonella Inostroza, metropolitana

174 Mercedes Jara, metropolitana

175 Javiera Hauser Dacer, metropolitana

176 Karen Jiménez Saavedra, metropolitana

177 Luis Labrin Barra, metropolitano

178 Alison Labrin Contreras, Metropolitan

179 Caroline Labrin Contreras, metropolitana

180 Ana María Lepe, metropolitana

181 Marti Llinos Anthony, metropolita

182 Patricio Lopez, metropolita

183 Luis Alberto Lopez, metropolita

184 Jocelyn Lopez, metropolita

185 Elizabeth Lopez, metropolitana

186 Nicolas Lopez, metropolita

187 Julissa Luna, metropolitana

188 Diego Mardones Díaz, metropolita

189 Miguel Mardones Moya, metropolitano

190 Doralisa Mardones Moya, Metropolitana

191 Alvaro Mardones Rivera, Metropolitana

192 Vicente Martínez, metropolita

193 María Eugenia Martinez A, Metropolitana

194 Tania Martínez Cisternas, metropolitana

195 Tania Martínez Cisternas, metropolitana

196 Demian Martinez Pardo, metropolita

197 Luis Martinez Pérez, metropolita

198 Margarita Martinez V, metropolitana

199 María Martínez V, metropolitana

200 Manuel Mella, metropolita

201 Renato Méndez, metropolita

202 Tomás Méndez M, metropolitano

203 Luisa Mendez Muñoz, metropolitana

204 Solange Miranda Cornejo, metropolitana

205 Constanza Montecinos, Metropolitana

206 Lorena Monteverde Reyes, metropolitana

207 Johana Mora, metropolitana

208 Carolina Mujica M, metropolitana

209 Marisol Mujica M, Metropolitana

210 Sandra Mujica M, Metropolitana

211 Cesar Muñoz, metropolita

212 Igor Muñoz Salazar, metropolita

213 Daniel Muñoz Venegas, Metropolitan

214 Diego Navarro González, metropolita

215 Francisco Nogué Lagos, Metropolitan

216 Vicente Núñez, metropolita

217 Ignacia Oliva, metropolitana

218 Milena Paz Olivares Diaz, Metropolitan

219 Antonella Oneto Avendaño, Metropolitana

220 Osvaldo Palacios, Metropolitana

221 Paloma Palacios, Metropolitana

222 Sara Pascual Rodríguez, metropolitana

223 Felipe Pavez Lermanda, metropolita

224 Colombina Piedras, Metropolitana

225 Sandra Pizarro Araneda, metropolita

226 Danton Pizarro G, Metropolitana

227 Jariglia Policroni Larrain, Metropolitan

228 Patricio Quintana Rodríguez, metropolita

229 Rosario Ramírez Zuñiga, Metropolitan

230 Mario Recabarren, Metropolitan

231 Valeria Reyes Policroni, metropolitana

232 Virginia Reyes Ureta, metropolitana

233 Gerald Ringler E, metropolitano

234 Kevin Ringler E, metropolitano

235 Carmen Rivera Mardones, Metropolitana

236 Carolina Rodriguez, metropolitana

237 Federico Rojas De Galarreta, metropolita

238 Bretney Damaris Rojas Torres, Metropolitana

239 Neil Brandon Rojas

240 Giannina Romero, metropolitana

241 Francisco Romero Mena, metropolita

242 Katherine Romero Vásquez, metropolita

243 Alejandro Ruz Rojas, metropolita

244 José Salazar, metropolita

245 Alexandra Salgado Molina, metropolitana

246 Nicolás Sánchez, metropolita

247 Valentina Sánchez B, metropolitana

248 Alejandra Santolaya Clunes, metropolitana

249 Salomé Saravia Muñoz, metropolitana

250 Natalia Sepúlveda, metropolitana

251 Mirella Sepúlveda, metropolitana

252 José Sepúlveda Díaz, metropolita

253 Marina Soto, Metropolitana

254 Yasna Soto Sanchez, Metropolitana

255 Zaida Toro, metropolitana

256 María José Toro, metropolitana

257 Daniela Toro, metropolitana

258 Roberto Valdés M, Metropolitana

259 Camilo Valenzuela, Metropolitan

260 Humberto Valenzuela Paredes, Metropolitana

261 Elba Varela, metropolitana

262 Juanita Vargas, metropolitana

263 Jeannette Vásquez Gallegos, metropolitana

264 Nicolás Vasquez M, metropolitano

265 Javiera Vásquez M, metropolitana

266 Maidy Velásquez Vera, metropolitana

267 Cassandra Vera, metropolitana

268 Diego Viches Rupaya, Metropolitana

269 ​​María Victoria Toro, metropolitana

270 Fernando Vilches Cespedes, metropolita

271 Roberto Villalba, metropolita

272 Ivan Zablah Bataller, metropolita

273 Francisca Zarallo Barría, metropolitana

274 Maria Zuñiga Montenedro, metropolitana

275 Javiera Zúñiga Torres

 

Tradotto dallo spagnolo da Maria Consuelo Alvarado Boscan