Coronavirus: grazie a tutte le delegazioni di medici, infermieri e aiuti che stanno sostenendo l’#EsercitoBianco

08.04.2020 - AMSI Associazione di Medici di Origine Straniera in Italia

Coronavirus: grazie a tutte le delegazioni di medici, infermieri e aiuti che stanno sostenendo l’#EsercitoBianco
(Foto di pxhere.com)

Amsi, Umem, Co-mai e UxU: siamo orgogliosi di questa solidarietà e Alleanza Sanitaria Mondiale dai medici e degli aiuti per sostenere il popolo italiano.

Cosi l’Associazione medici di origine straniera in Italia (Amsi), l’Unione Medica Euro Mediterranea (UMEM), La Comunità del Mondo Arabo in Italia (Co-mai) e il Movimento Internazionale Transculturale Inter professionale Uniti per Unire (UxU) esprimono apprezzamento e riconoscenza a tutti i paesi che si sono mossi subito per sostenere l’Italia e il popolo italiano in grande difficoltà sanitaria, medica e umanitaria. Ringraziamo tutti i paesi che hanno inviato delegazioni di medici e infermieri come Cina, Cuba, Albania, Romania, Polonia, Russia, Ucraina e quelli che hanno inviato aiuti materiali sanitari o donazioni ospedaliere come Qatar, Egitto, Emirati Arabi, India, Brasile, Kuwait, oltre a numerosi altri che hanno espresso solidarietà e ci stanno contattando perché vorrebbero inviare medici, in particolare laureati in Italia, che parlano ancora l’italiano e hanno ancora il cuore in Italia, il paese che li ha ospitati e gli ha  consentito di laurearsi e costruirsi una famiglia e un lavoro nel paese di origine. Anche tutte le comunità e le associazioni di origine straniera si uniscono a questo coro umano, internazionale e sincero verso l’italia appoggiando il nostro appello #SosteniamolaNostraItalia in attesa che risponda anche la Commissione Europa, ancora una volta tardiva, assente e divisa per colpa dell’egoismo dei paesi membri.

 

“In un momento di grande tristezza e sofferenza per i morti in italia e nel mondo e per la difficoltà enorme del SSN italiano, queste buone notizie che arrivano in particolare dai paesi dell’Europa dell’Est, dai paesi arabi  e africani, dalla Russia, da Cuba, dalla Cina e da numerosi altri sicuramente registrano un momento importante a favore di una solidarietà e #AlleanzaSanitariaMondiale lanciata proprio dai nostri movimenti all’inizio dell’emergenza Coronavirus tramite comunicati in varie lingue, oltre a numerose interviste che mi vedono coinvolto quotidianamente da gennaio su TV, radio e giornali mediterranei, dei paesi del Golfo, dell’America e dell’Europa. Sicuramente non potrà mai essere come prima e spero che saranno archiviate tutte le polemiche, le strumentalizzazioni politiche e le minacce nei nostri confronti, accusandoci ingiustamente di rubare il lavoro ai professionisti della sanità italiani e classificandoci come di serie B per l’obbligo della cittadinanza a sostenere i concorsi pubblici”.

Cosi Dichiara Foad Aodi, presidente Amsi e Umem, Membro del registro esperti  e membro del Gruppo di Lavoro Salute Globale Fnomceo che fa’ appello a tutti i medici e professionisti della sanità italiani e di origine straniera, nochè agli Albi professionali, ai sindacati, alle società  scientifiche, alla sanità privata e pubblica, ad unirsi per salvare e rinforzare la nostra sanità italiana e ad alzare la voce per farci ascoltare e rispettare da una politica distratta e insensibile, che non ci ha coinvolto in questi lunghi anni quando chiedevamo medici specialisti, borse di specializzazione, tutela e sicurezza sui posti di lavoro, medicina difensiva per l’interesse comune, lotta alla fuga all’estero, al sottopagamento e allo sfruttamento lavorativo. Non siamo eroi stagionali quando fa comodo al mondo politico per mascherare tutto il proprio fallimento e l’incapacità di ascoltarci e proteggerci, anche in questa grande emergenza, dove siamo stati mandati in guerra senza armi e protezioni. Così conclude Foad Aodi, senza giri di parole, avvertendo che non ci scorderemo del pessimo e disumano trattamento riservato al nostro #Esercito_Bianco#.

Categorie: Comunicati Stampa, Europa, Salute
Tags: , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.