Le persone soccorse – tra cui 19 donne e 8 minori, 4 accompagnati e 4 no – si trovavano a bordo di un gommone bianco partito da Zawiya e hanno contattato Alarmphone.

La piattaforma, ricevuto l’Sos, ha avvisato le autorità e le navi presenti in zona.

La Sea-Watch 3, nave attrezzata per il soccorso e vicina all’ultima posizione nota, si è immediatamente diretta verso l’imbarcazione.

Le non ottimali condizioni del mare hanno comportato un grave rischio per le persone a bordo del gommone, che sono state immediatamente soccorse dall’equipaggio della ONG e portate al sicuro a bordo della Sea-Watch 3.

I naufraghi arrivano principalmente dalla Somalia (75 persone), paese che oggi rappresenta la base di uno dei gruppi jihadisti più attivi e violenti, al-Shabab (movimento affiliato ad al-Qaeda). Le aggressioni del gruppo armato si verificano un po’ ovunque, compresa la capitale Mogadiscio. Solo ieri si sono registrati gli ultimi sanguinari attacchi verso la popolazione civile.