Ecuador: l’Assemblea archivia il disegno di legge sulla crescita economica

18.11.2019 - Quito - El Telegrafo

Quest'articolo è disponibile anche in: Spagnolo

Ecuador: l’Assemblea archivia il disegno di legge sulla crescita economica

In seno all’Assemblea Nazionale si è tenuto il secondo dibattito sul progetto di legge sulla crescita economica.

In sessione plenaria l’Assemblea Nazionale ha archiviato il disegno di legge sulla crescita economica il pomeriggio di domenica 17 novembre 2019. Con 70 voti a favore, il potere legislativo ha approvato la mozione dei membri dell’assemblea Raúl Tello e Vicente Almeida per archiviare e respingere il disegno di legge presentato nel secondo dibattito durante la Sessione n. 629.

La giornata parlamentare è iniziata alle 14:45 e si è conclusa alle 18:00. 129 dei 137 legislatori hanno partecipato alla votazione dopo che a due legislatori capigruppo è stato consentito di esprimere le loro osservazioni e mozioni sulla legge. Daniel Mendoza (Alianza PAIS), presidente della Commissione del Regime Economico, ha ricordato al termine della sessione plenaria che chi si è opposto a questa legge ha infranto “i sogni di molti giovani”. Ha anche detto che, con la sua archiviazione, anche gli aspetti positivi del progetto vengono negati, come l’eliminazione dell’acconto sull’imposta sul reddito.

Gabriela Larreátegui (SUMA) ha detto che con questo voto “il paese ha perso”. Tuttavia, molti dei legislatori che hanno votato a favore dell’archiviazione si aspettano che l’esecutivo ripresenti un disegno di legge contenente gli aspetti positivi della proposta non approvata.

Durante il dibattito

Prima di iniziare il dibattito, i membri dell’assemblea Pabel Muñoz e Luis Pachala hanno chiesto di modificare l’ordine del giorno e di non leggere la relazione completa, ma solo le prime 12 pagine. Queste includono l’analisi, la sintesi, le conclusioni e le raccomandazioni della Commissione del Regime Economico, il gruppo legislativo che ha elaborato il progetto.

Il primo oratore è stato il presidente della commissione, che ha esortato a ottenere un consenso per evitare di perdere i benefici per i cittadini che la legge propone.

Tra i punti che spiccavano nella normativa, secondo Mendoza, c’era l’eliminazione dell’esenzione dall’imposta occasionale per la vendita di beni immobili. Inoltre, i debitori di crediti formativi avrebbero avuto sei mesi di tempo per beneficiare della remissione di interessi, multe e soprattasse, nonché un anno per avviare il processo di cancellazione del contratto di pagamento.

Mendoza ha spiegato che la commissione ha eliminato articoli che generano confusione, come l’autonomia dell’Istituto di sicurezza sociale (IESS), della polizia (ISSPOL) e delle forze armate (ISSFA); o il rimpatrio dei capitali.

Il disegno di legge proponeva inoltre che l’aliquota dell’imposta sul valore aggiunto (IVA) per i fiori, i trattori fino a 300 cavalli e le strisce reattive per misurare il glucosio fosse dello 0%. Inoltre, gli atleti avrebbero beneficiato della detrazione supplementare del 100% delle spese di pubblicità e sponsorizzazione per i programmi sportivi approvati dal Ministero dello Sport.

Per quanto riguarda le riforme fiscali, la legge proponeva un’aliquota dell’imposta speciale sul consumo (ICE) per le confezioni in plastica fino al 2023, che inizia con tre centesimi e termina in 10. L’ICE sarà mantenuto anche per le persone fisiche che acquistano piani postpaid sui loro telefoni cellulari.

Mendoza ha aggiunto che la legge ha proposto uno spazio di bilancio per gli imprevisti pari al 3% del bilancio generale dello Stato.

Dopo quasi mezz’ora di intervento di Mendoza, il capo dell’Assemblea ha aperto il dibattito per gli altri gruppi politici che compongono il Legislativo. Patricio Donoso (CREO) ha dichiarato che il suo gruppo non è d’accordo che “il disegno di legge passi a legge definitiva”.

La stessa opinione è stata espressa dal collega Homero Castanier, che ha anche suggerito di approvare ciò che è positivo e negare gli aspetti controproducenti. Henry Cucalón (PSC), membro dell’Assemblea, ha criticato l’aumento delle tasse per i cittadini e ha anche espresso il suo disaccordo sul votare separatamente gli articoli più sensibili della legge.

La legge sulla crescita economica consisteva in 404 articoli, 8 disposizioni generali, 25 disposizioni transitorie, 4 disposizioni derogatorie e 22 riforme giuridiche.

Categorie: Diritti Umani, Economia, Politica, Popoli originari, Sud America
Tags: ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

DIRETTA mobilitazioni ogni giorno a Santiago 14.12.19

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

2a Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.