La giornata di mobilitazione è stata lanciata dalla prima Conferenza globale contro le basi Usa e Nato, svoltasi a Dublino il 16-18 novembre 2018.

La NATO è l’alleanza militare-nucleare più potente del mondo. E’ a esclusiva guida USA. Da alleanza difensiva si è trasformata a partire dal 1991 in alleanza che prevede l’aggressione militare in qualunque parte del mondo. La NATO è il più grande ostacolo per un mondo libero dalle armi nucleari e in armonia con la natura.

Finalmente un movimento globale si è attivato per delegittimare la NATO e contrastare con azioni comuni e convergenti la sua architettura militare, rappresentata da 1.000 basi straniere presenti in 145 paesi, in funzione di un provocatorio accerchiamento dei nemici di turno.

Le basi Usa e Nato rappresentano il 95% di tutte le basi militari straniere nel mondo.

Le basi militari, oltre ad essere strumenti di guerre contro altri paesi, rappresentano una costante minaccia per la sicurezza dei territori, la salute delle popolazioni e la tutela dell’ambiente.

L’Italia ha sul proprio territorio il 10% delle Basi Usa e NATO ed è totalmente asservita al sistema guerra.

Dov’è la nostra sovranità territoriale e politica? Che ne è del nostro articolo 11 della Costituzione che ripudia la guerra come strumento di soluzione dei conflitti e ci chiede di tessere una politica internazionale di pace?

La WILPF (Women International League for Peace and Freedom – Lega Internazionale Donne per la Pace e la Libertà), che fin dal 1948 si è opposta alla costituzione della Nato, invita a partecipare alle seguenti iniziative:

4 aprile PRESIDI E VOLANTINAGGIO in numerose città

6 aprile Livorno Villa del Presidente, Via Marradi, 116 ore 15-19 – ASSEMBLEA PER UN COORDINAMENTO NAZIONALE DELLE AREE CONNESSE ALLA PRESENZA DELLE BASI USA-NATO

7 aprile, Firenze Cinema Teatro Odeon, Piazza Strozzi ore10:15 – 18:00

Convegno internazionale I 70 ANNI DELLA NATO: QUALE BILANCIO STORICO?USCIRE DAL SISTEMA DI GUERRA, ORA.