Punta Izzo, da zona militare a Parco Eco-culturale: un dossier

05.02.2018 - Redazione Italia

Punta Izzo, da zona militare a Parco Eco-culturale: un dossier

Nella mattinata di oggi, il Coordinamento Punta Izzo Possibile ha partecipato ai lavori delle Commissioni consiliari 3^ e 4^, in vista del prossimo Consiglio Comunale sulla mozione di indirizzo che intenderà impegnare l’Amministrazione comunale ad agire a livello politico e amministrativo per bloccare il progetto di riattivazione del poligono a Punta Izzo; nella prospettiva di una riconversione civile finalizzata alla fruizione pubblica ed eco-sostenibile del comprensorio costiero.
A questo link (https://issuu.com/puntaizzopossibile/docs/dossier_punta_izzo_possibileè possibile liberamente leggere e scaricare il nostro dossier “Punta Izzo, da zona militare a Parco Eco-culturale”: un contributo per conoscere un po’ meglio Punta Izzo, la sua valenza naturalistica, archeologica, culturale e letteraria, ma anche un’occasione per ripercorrere la cronistoria della campagna per Punta Izzo Possibile e approfondire le ragioni che stanno a fondamento della proposta di tutela e valorizzazione di questo straordinario bene paesaggistico.

Il dossier lo abbiamo consegnato e illustrato stamane al Presidente del Consiglio comunale e a tutti i Consiglieri presenti, per offrire il nostro apporto alla miglior riuscita dei lavori consiliari. Esso è suddiviso per argomenti in cinque parti:

  1. Punta Izzo: uno sguardo d’insieme
    2. Segue. il suo valore naturalistico, archeologico e culturale
    3. La campagna per Punta Izzo Possibile: una breve cronistoria delle iniziative intraprese
    4. Il progetto di demolizione e ricostruzione del poligono militare di tiro
    5. Proposta di azioni amministrative su cui impegnare l’Amministrazione comunale

Alla fine, in allegato, si trovano i due documenti ottenuti grazie all’accoglimento del nostro ricorso per accesso civico da parte del Responsabile per la Trasparenza del Ministero della Difesa: ci riferiamo al parere del Co.Mi.Pa e all’autorizzazione della Soprintendenza di Siracusa che concedono il loro assenso alla realizzazione del nuovo poligono militare.

Tra i temi toccati, un apposito spazio è dedicato all’approfondimento dei motivi per il quali, in punto di diritto, il nulla osta della Soprintendenza risulta viziato da evidenti e gravi violazioni di legge (se ne contano almeno 5), che rendono possibile il ricorso gerarchico all’Assessorato regionale ai Beni Culturali – in corso di preparazione- per l’annullamento del provvedimento autorizzativo.

Con la diffusione di questo dossier, com’è nello spirito delle nostre iniziative, puntiamo a stimolare un esercizio di cittadinanza attiva, individuale e collettivo, che non sia di pancia ma di testa: ossia, informato e consapevole.

Appuntamento a domenica prossima per manifestare contro la riattivazione del poligono a Punta Izzo:
Augusta, ore 10:30, piazzale di Via delle Saline,#difendiamolabellezza!

Coordinamento Punta Izzo Possibile

Categorie: Comunicati Stampa, Europa, Pace e Disarmo
Tags: , , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Search

Racconti della Resistenza

Racconti della Resistenza

Il canale Instagram di Pressenza

Catalogo dei Documentari

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.