Protesta a New York per sostenere i giornalisti di Gothamist, licenziati per aver formato un sindacato

07.11.2017 - Democracy Now!

Quest'articolo è disponibile anche in: Inglese

Protesta a New York per sostenere i giornalisti di Gothamist, licenziati per aver formato un sindacato
(Foto di Democracy Now!)

A New York City oltre 100 persone hanno protestato contro la decisione del miliardario Joe Ricketts di chiudere i siti d’informazione Gothamist e DNAinfo, una settimana dopo che i dipendenti avevano deciso di formare un sindacato.

Emma Whitford: “Mi chiamo Emma Whitford e ho lavorato a Gothamist per due anni e mezzo. Abbiamo votato a stragrande maggioranza a favore della sindacalizzazione. La redazione è composta da 27 reporters e alcuni redattori e i voti sono stati 25 a due. Credo anche che sia importante chiarire che non abbiamo avanzato una rivendicazione quando è arrivata la chiusura. L’atteggiamento della direzione è stato più o meno: “Ah, volete formare un sindacato e questo significa mandare in bancarotta la compagnia.”

Nel frattempo è comparso un nuovo organo di informazione – Gothamist in Exile—che ha cominciato a dare copertura a notizie locali, comprese le elezioni di oggi – tra cui quelle per scegliere il sindaco di Atlanta, Boston, Charlotte, Minneapolis, New Orleans, Pittsburgh, Seattle e New York City, le elezioni speciali per il Senato a Seattle e due elezioni alla carica di governatore in Virginia e New Jersey –  e l’assoluzione del poliziotto di New York Wayne Isaacs dall’accusa di aver ucciso nel  2016 l’afro-americano Delrawn Small.

 

 

Categorie: Cultura e Media, Nord America
Tags: , ,

Notizie giornaliere

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.


App Pressenza

App Pressenza

Diritti all'informAZIONE

Video presentation: What Pressenza is...

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.