Festa del Cinema di Roma 2017. “Da’wah” (L’invito), anteprima mondiale con Bernardo Bertolucci

10.10.2017 - Roma - Redazione Italia

Quest'articolo è disponibile anche in: Spagnolo

Festa del Cinema di Roma 2017. “Da’wah” (L’invito), anteprima mondiale con  Bernardo Bertolucci

Un altro Islam, della tolleranza e della coesistenza, in una giornata tipica di quattro giovani studenti di una scuola coranica indonesiana. Evento speciale della dodicesima edizione della festa del cinema di Roma, il documentario Da’wah è una produzione indonesiana diretta dall’italiano Italo Spinelli.

Evento speciale della Festa del Cinema di Roma, Da’wah (L’invito) è un documentario scritto e diretto da Italo Spinelli – regista, fondatore e ideatore del festival Asiatica Film Mediale – tra i pochi europei ad essere entrati in un pondok pesantren (collegio islamico) per raccontare e filmare la vita e le abitudini quotidiane dei giovani studenti e un inedito volto dell’Islam: quello che contrappone la compassione e i gentili consigli alla violenza e alle bombe, una religione che invita alla pacata discussione tra cuori puri e non a intolleranti e feroci azioni di violenza. A Da’wah sarà dedicata una serata evento in cui assieme al regista interverrà il maestro Bernardo Bertolucci.

Attraverso la voce di quattro giovani studenti – Rafli, Masduqui, Yazid, Shofi – che sognano un giorno di poter finalmente divenire Ustād, o meglio guide religiose e predicatori dei precetti di Allah, Spinelli ha voluto rivelare una tipica giornata di collegio, poco prima del ritorno a casa per la pausa del Ramadan. Seguendoli sin dalle fasi del risveglio, il regista li ha osservati in silenzio dall’alba, quando è già tempo di pregare, durante le lezioni e sino al tardo pomeriggio, nei momenti di chiacchiere tra amici obbligatoriamente in arabo. Grazie agli interventi dei genitori dei protagonisti, le reazioni e i sogni che coltivano per i loro figli, il pubblico avrà la possibilità di apprendere e comprendere i fondamenti di una religione oltraggiata dal suo ramo più radicale e oscurantista.

L’opera, prodotta dalla Kaia Films Indonesia, è stata girata nel collegio di “Dalwa”, situato nella Regency di Pasuruan, nella provincia orientale di Giava, dove sorgono molti altri collegi coranici. “Dalwa” è frequentata da 2.700 ragazzi tra i 6 e i 18 anni e oltre all’attento studio del Corano e dell’arabo, si insegnano negli ultimi anni anche materie come la matematica, la lingua inglese, l’economia e l’informatica.

Regia: Italo Spinelli

Fotografia: Eko Nobel

Montaggio: Silvia Di Domenico

Prodotto da: Kaia Films Indonesia

Produttore: Budiarman Bahar

Produttori esecutivi: Sapta Nirwandar, H.M. Irsyad Yusuf

 

Ufficio stampa Stefania Gargiulo

Categorie: Asia, Cultura e Media, Europa
Tags: , , , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.

maltepe escort