A cura di Satoko Kishimoto, Emanuele Lobina e Olivier Petitjean

Pubblicato da Transnational Institute (TNI), Public Services International Research Unit (PSIRU), Multinationals Observatory, Municipal Services Project (MSP) e European Federation of Public Service Unions (EPSU) Amsterdam, Londra, Parigi, Città del Capo e Bruxelles, Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua, in collaborazione con Miraggi Edizioni.

Il libro “L’Acqua pubblica è il futuro” offre un panorama aggiornato delle trasformazioni di centinaia di aziende idriche di tutto il mondo in aziende a capitale e gestione pubblica, con particolari approfondimenti per gli Stati Uniti, Francia, Germania, Indonesia e un apposito capitolo sull’Italia.

Dopo tre decenni di risultati catastrofici, molte città, regioni e paesi stanno chiudendo il capitolo delle privatizzazioni. Una silenziosa rivoluzione civile si sta dispiegando con le comunità nel mondo intero che rivendicano il controllo dei loro servizi dell’acqua per gestire questa risorsa cruciale in modo democratico, equo ed ecologico.

Negli ultimi 15 anni i casi di rimunicipalizzazione sono stati 325 in 37 paesi. Più di 100 milioni di persone sono state coinvolte in questa tendenza globale che sta assumendo un ritmo straordinariamente accelerato.

Da Giacarta a Parigi, dalla Germania agli Stati Uniti, questo libro trae gli insegnamenti di un movimento vitale che rivendica i servizi idrici. Gli autori dimostrano come la rimunicipalizzazione offre opportunità di sviluppo socialmente auspicabili, ambientalmente sostenibili e come i servizi idrici di qualità avvantaggino le generazioni presenti e future.

Il libro ha lo scopo di indurre i cittadini, i lavoratori e i politici a impegnarsi nelle esperienze, lezioni e buone pratiche per il ritorno dell’acqua al settore pubblico. È una risorsa cruciale per costruire alleanze che abbiano il potenziale di far saltare le dighe affinché l’acqua pubblica democratica e sostenibile diventi un’ondata inarrestabile.​