Provincia di Milano costretta a retromarcia, revocata sala al raduno nazi

19.12.2014 - Milano - Luciano Muhlbauer

Provincia di Milano costretta a retromarcia, revocata sala al raduno nazi
(Foto di www.rifondazionemilano.org)

Alla fine la Provincia di Milano è stata costretta a fare retromarcia e il Presidente Guido Podestà, smentendo quanto dichiarato da lui stesso fino a cinque minuti prima, ha revocato la sala al raduno neonazista organizzato da Forza Nuova. Sul piano formale, la revoca è motivata dal fatto che il consigliere leghista Fusco ha dichiarato che non avrebbe partecipato al convegno (cosa che però non era nemmeno prevista…), ma sul piano sostanziale è palese che la retromarcia di Podestà è la conseguenza diretta della mobilitazione degli antifascisti e delle antifasciste, che in queste ultime ore si stava allargando. Infatti, al presidio di domani pomeriggio davanti alla Camera del Lavoro si è aggiunto oggi anche la mobilitazione lanciata dagli studenti del collettivo del liceo Leonardo da Vinci, che si trova nello stesso edificio della sala della Provincia e che ha raccolto l’adesione di numerose realtà studentesche.

Niente raduno nazi in centro città e in una sala istituzionale quindi. Bene. Ma attenzione, questo non significa non ci sia più il raduno. Infatti, Forza Nuova ha annunciato che questo si terrà lo stesso, nell’orario programmato e in un albergo, l’Hotel Milton Milano di via Enrico Annibale Butti, 9 (zona v.le Jenner). In questo momento non è però chiaro se sarà effettivamente questa la nuova sede del raduno oppure se l’annuncio di FN rappresenta un depistaggio, come successo tante altre volte. E non è nemmeno semplice sapere cosa succede effettivamente, poiché lo stesso Ministero degli Interni e i suoi organi periferici, cioè Prefettura e Questura, che in teoria dovrebbero impedire manifestazioni pubbliche di carattere neofascista e neonazista, si stanno invece adoperando perché il raduno si possa realizzare senza problemi. Ma questo è un problema ormai risaputo.

Insomma, abbiamo ottenuto un primo risultato, impedendo l’allucinante scempio di un raduno nazi ospitato dalle istituzioni, ma non è assolutamente il caso di abbassare la guardia e di smobilitare, poiché i nazifascisti saranno in città. Quindi, tutte le mobilitazioni antifasciste del 20 dicembre sono confermate, cioè il presidio degli studenti davanti al Leonardo a partire dalle ore 12.15 e quello davanti alla Camera del Lavoro alle ore 14.00. Per il resto, come si suol dire, stay tuned.

Categorie: Europa, Opinioni, Politica
Tags: , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Giornata della Nonviolenza

Giornata della Nonviolenza

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.