Profughi africani e palestinesi in sciopero della fame in Tunisia

10.04.2013 - Elisa Gennaro

In Tunisia decine di profughi africani provenienti dall’Africa sub-sahariana e undici palestinesi sono impegnati in uno sciopero della fame.
Sono soggetti che la Tunisia non intende accogliere e vorrebbero chiedere asilo in Occidente.
‘Imad Muhammad, portavoce dei 41 africani presenti al sit-in davanti alla sede tunisina dell’Alto Commissario Onu per i Rifugiati informa che tre degli scioperanti sono giunti in ospedale.
Del gruppo fanno parte anche otto donne e cinque bambini provenienti da Sudan, Ciad ed Eritrea e sono in sciopero dal 29 marzo. Il sit-in era cominciato due giorni prima.
Sembrano determinati a proseguire con la forma di protesta e qualcuno si è rifiutato di essere trasportato in ospedale a bordo delle ambulanze della protezione civile, preferendo il taxi.

A sud della Tunisia, nel campo profughi di Al-‘Abur, nella zona di ash-Shusha, i profughi palestinesi sono in sciopero dal 17 marzo. Anch’essi provengono dalla Libia.
Dicono di sentirsi dimenticati e accusano l’Alto Commissario ONU di essere indifferente davanti alle loro sofferenze. Chiedono di seguire le procedure d’asilo in Occidente, come era avvenuto per numerosi profughi fuggiti dalla Libia.
Secondo i dati ONU, tra coloro che erano fuggiti dalla Libia, restano tra i 300 e i 400 profughi in Tunisia che ne aveva ospitati oltre trecentomila.

Categorie: Africa, Diritti Umani, Medio Oriente, Questioni internazionali
Tags: , , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

DIRETTA mobilitazioni ogni giorno a Santiago 13.12.19

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

2a Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.