Re: Common

L’associazione Re:Common ha raccolto il testimone dalla Campagna per la riforma della Banca mondiale (CRBM), rinnovando il suo impegno a sottrarre al mercato e alle istituzioni finanziarie private e pubbliche, come Banca mondiale e Banca europea per gli investimenti, il controllo delle risorse naturali, restituendone l’accesso e la gestione diretta ai cittadini tramite politiche di partecipazione attiva. Politiche che devono facilitare la nascita di nuovi meccanismi per il finanziamento pubblico dei beni comuni a livello nazionale e globale. Lo strumento utilizzato per raggiungere questi obiettivi così fondamentali per il futuro del Pianeta è quello delle campagne pubbliche contro la finanziarizzazione della natura e per una gestione democratica dei beni comuni, che Re:Common promuove in maniera diretta e a cui partecipa sostenendo l’attività dei movimenti sociali in Italia e nel resto del mondo. www.recommon.org

La nuova crisi finanziaria sarà provocata dai titoli fossili delle banche?

Lo studio “Combustibili fossili: i nuovi beni ad alto rischio?”, pubblicato oggi dall’Istituto Rousseau, Les Amis de la Terre, Reclaim Finance, ReCommon e altre 11 organizzazioni della società civile internazionale rivela che buona parte del patrimonio delle principali banche del…

Report di Re:Common e Greenpeace su protezione delle foreste di ENI e greenwashing

Gli investimenti di ENI in progetti di conservazione delle foreste sono solo una operazione di greenwashing. È quanto rivela “Cosa si nasconde dietro l’interesse di ENI per le foreste”, pubblicazione lanciata oggi da Recommon e Greenpeace Italia che analizza l’uso,…

SNAM a tutto gas e idrogeno ‘sporco’. Dov’è la giusta transizione?

Re:Common lancia “L’ingiusta transizione – Come Snam sta svendendo il nostro futuro”, rapporto che denuncia come una delle più importanti società mondiali per la gestione e realizzazione di infrastrutture energetiche e trasporto di gas rappresenti una delle cause dell’attuale crisi…

Unicredit viola la sua policy sul carbone e quintuplica investimenti in gas e petrolio. Dove sono gli impegni sul clima?

In occasione dell’assemblea degli azionisti di UniCredit, Re:Common denuncia i preoccupanti passi indietro in materia di clima compiuti di recente dall’istituto di Piazza Gae Aulenti. Nonostante una posizione sul settore del carbone riconosciuta come tra le più avanzate a livello globale, la banca…

Le lezioni del caso OPL245

Il 17 marzo, o in subordine il 31 marzo, è attesa la sentenza del processo al tribunale di Milano che vede imputati Eni, Shell, diversi loro top manager, intermediari di spicco e un ex ministro del Petrolio della Nigeria per…

RE:COMMON: rapporto sulle relazioni segrete tra ENI e la Farnesina

Re:Common lancia oggi la sua pubblicazione “Tutti gli uomini del Ministero” nella quale l’associazione rivela l’esistenza di un protocollo tra l’Eni e il ministero degli Affari Esteri che permette al gigante petrolifero italiano di stanziare i propri uomini presso il…

Emergenza climatica: “il settore assicurativo globale continua ad assicurare i combustibili fossili

Nonostante prosegua il disinvestimento di molte delle principali compagnie assicurative dal settore del carbone, gli impegni presi dal comparto assicurativo globale non sono ancora sufficienti per raggiungere gli obiettivi dell’Accordo di Parigi e contrastare l’emergenza climatica in corso sul Pianeta.…

Il Rapporto di Re:Common sugli affari sospetti di ENI in Congo

Re:Common lancia oggi “Il Caso Congo – Gli affari dell’Eni nella Repubblica del Congo e i silenzi del governo italiano”. Il rapporto ricostruisce gli aspetti controversi che riguardano due licenze ottenute dalla principale multinazionale italiana nel Paese africano e che sono sotto la lente…

Anche Unicredit tra le banche che finanziano i cambiamenti climatici

Sierra Club, Oil Change International, Rainforest Action Network e Banktrack lanciano oggi il rapporto Banking on Climate Change sui finanziamenti degli istituti di credito al settore dei combustibili fossili. Lo studio si concentra in particolare sulle attività che più contribuiscono a esacerbare il problema dei cambiamenti climatici. Così…

L’anima nera dell’Italia: il video di Re-Common sulla maledizione del carbone

Re:Common lancia oggi il suo video “L’Anima Nera dell’Italia”, in concomitanza con il G7 di Taormina, che tra i punti in agenda ha i temi ambientali e la lotta al cambiamento climatico. Prodotto dall’associazione e realizzato dai documentaristi Mario e Stefano Martone e da…

1 2 3