Movimento Nonviolento

Quattro novembre: cosa c’è da festeggiare?

Non festa ma lutto. Ma se il ricordo della fine della “grande guerra” deve proprio essere celebrato, almeno sia la “Festa del Disarmo”… 4 novembre, anche quest’anno nelle piazze d’Italia torneranno i picchetti militari e gli alzabandiera per la Festa…

Ciao, Max !

Lutto per la nonviolenza organizzata. Oggi a Roma è morto Massimo Paolicelli. Il Movimento Nonviolento piange la scomparsa di Massimo Paolicelli, grande amico della nonviolenza, generoso animatore dell’AON (Associazione obiettori nonviolenti), instancabile protagonista di tante iniziative per l’obiezione di coscienza,…

La mappa dell’Italia Nonviolenta

Spegne 144 candeline il Mahatma Gandhi, e viene festeggiato in tutta Italia, da Torino a Trieste, da Brescia a Palermo, da Nuoro a Bari. E con lui l’idea della nonviolenza politica, intesa come “forza della verità” per ricercare la pace,…

2 ottobre per il disarmo

2 ottobre, Giornata internazionale della nonviolenza. Le Nazioni Unite, che l’hanno istituita nel 2007, intendono celebrare in questo modo l’anniversario della nascita di M.K. Gandhi. Vogliamo rilanciare questa giornata in Italia, come appuntamento comune di iniziative e mobilitazione diffuse sul…

Il Movimento Nonviolento sul digiuno di pace contro la guerra in Siria

Abbiamo ascoltato, con uno spirito di gratitudine e condivisione, le parole di Papa Francesco contro la guerra in Siria, e contro le guerre tutte. Apprezziamo l’invito da Lui rivolto a tutte le persone di buona volontà ad unirsi in veglia…

Sulla Siria, il nostro “che fare?”

Questo non è un appello. Non è una petizione. Non raccogliamo firme, né cerchiamo consensi. Vogliamo solo offrire qualche spunto di riflessione per il dibattito che si sta sviluppando al seguito dei “venti di guerra” che provengono dallo scenario internazionale…

Il ministro con l’elmetto batte cassa. Noi preferiamo non pagare per le armi

A pochi giorni dalla presentazione del Rapporto sulla povertà dell’ISTAT che fotografa un’Italia nella quale 9 milioni e 563 mila cittadini vivono sotto la soglia della povertà (dei quali 5 milioni in povertà assoluta, fra cui 1 milione di bambini),…

F35: la coscienza dice no

Ma chi dovrà dire l’ultima parola sugli F35? Il parlamento? Il governo? Il consiglio superiore della difesa? I militari? Nessuno di costoro. A decidere sarà la coscienza del popolo italiano. A scuola ci avevano insegnato che il popolo è sovrano,…

La (ipocrita) mozione F35 e i (pericolosi) giochi di parole

[clear] L’aspetto positivo è che la mobilitazione, sollecitata da Rete Italiana Disarmo e dalla campagna “taglia le ali alle armi”, ha costretto il Parlamento ad affrontare pubblicamente la spinosa questione degli F35. I partiti di maggioranza ne avrebbero fatto volentieri…

La Rete per il Disarmo scrive al Presidente

2 giugno: si valorizzino lavoro e Servizio Civile, e non si celebri questa giornata con la parata militare La Festa della Repubblica patrimonio di tutti i cittadini: Rete Italiana per il Disarmo scrive al Presidente Napolitano. Anche noi del Movimento…

1 7 8 9 10 11