Mao Valpiana

Presidente del Movimento Nonviolento, direttore di "Azione Nonviolenta"

Armi contro armi Spes contra spem. La nonviolenza dei se e dei ma

La richiesta del ministro ucraino Kuleba “dateci armi, armi, armi”, mi ha ricordato le parole del maresciallo di Francia Trivulzio al Re Luigi XXII: “per vincere una guerra ci vogliono soldi, soldi, soldi”. Sì, perché la guerra non la vince…

Guerra Russia-Ucraina, la nonviolenza di Marina

Marina Ovsyannikova, la giornalista che ha fatto irruzione nel TG della televisione russa di stato, ha compiuto un’azione nonviolenta. Ha dimostrato che con la forza della verità si può colpire il cuore dell’impero che ha scatenato la guerra. La sua…

A tutti quelli che se la prendono con i pacifisti, colpevoli di non tifare per la guerra

– A tutti quelli che la definiscono “novecentesca” per rassicurarsi e dire che rimarrà nei confini di una guerra territoriale, ricordo che la guerra novecentesca del 1945 si è conclusa con due bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki. E che…

Ucraina. Un’altra difesa è possibile. Russia. I pacifisti messi in carcere

La “difesa della Patria” e il “ripudio della guerra” sono doveri costituzionali. Doveri che valgono in Italia, in Ucraina, in Russia, e in tutto il mondo. La “difesa” è un punto decisivo nella pratica della nonviolenza attiva. Difesa della vita,…

Dall’Ucraina arrivano rumori di guerra. Cosa deve fare il movimento pacifista?

Intanto vediamo cosa non deve fare. Stiamo attenti a non confondere il movimento con l’agitarsi a vuoto, e il silenzio con il lavoro quotidiano. L’azione della nonviolenza è soprattutto preventiva, anche se non fa chiasso. Sono cose risapute, già dette…

Tagliare le spese militari, finanziare le politiche di pace

L’appello di 50 premi Nobel e accademici “Una semplice concreta proposta per l’umanità”, ha un grande merito: quello di aver posto al centro dell’agenda politica globale la necessità della riduzione delle spese militari. L’obiettivo è ragionevole e possibile: un negoziato…

Un necrologio, un biglietto e un obiettore per caso

Collaborazione e opposizione, tra male e bene. NOTA di Redazione. L’articolo che segue, oltre a offrirci una lettura nonviolenta di due fatti di cronaca, può essere una buona traccia di base per sviluppare un “gioco di ruolo” utile come possibile…

Le truppe del generale

Non ho niente contro il signor Francesco Paolo Figliuolo. Anzi, sono sicuro che sia una brava persona, preparata, competente. Non ho niente nemmeno contro i generali in quanto tali. Ve ne sono sicuramente tanti di eccellenti e capaci. Da antimilitarista…

24 settembre 1961-2020: Marcia Perugia-Assisi

oggi il Presidente del Parlamento Europeo, on. David Sassoli, ha voluto ricordare la Marcia di Aldo Capitini del 24 settembre del 1961, con parole giuste, misurate, corrette. Non era tenuto a farlo, segno di una sensibilità e conoscenza particolare. Ho…

Per un 2 giugno nonviolento

Si chiama Repubblica Italiana, è nata il 2 giugno del 1946, in un’urna elettorale, figlia della Resistenza e del Referendum. Democratica, unitaria, parlamentare, ha superato i traumi della dittatura e della guerra e ha poi partorito la Costituzione. È questa…

1 2 3 5