Emergency

Ambulatorio mobile di Emergency

Lunedì 18 giugno un team di EMERGENCY ha iniziato a lavorare a Carpi (MO), in una zona duramente colpita dalle scosse sismiche delle ultime settimane.

Su richiesta di numerose comunità vittime del terremoto, EMERGENCY ha deciso di inviare un suo ambulatorio mobile, Polibus.

Emergency ringrazia Binario 21

Dopo 192 giorni di protesta, di cui 135 condotti in prima persona, Stanislao Focarelli è sceso dalla torre del Binario 21 presso la Stazione Centrale di Milano.

Bombardamenti a Heldman: Emergency chiede che i feriti abbiano accesso alle cure

Da alcuni giorni le forze Nato stanno bombardando il villaggio di Mirbandao, nella provincia di Helmand, nel Sud dell’Afghanistan.

Nella provincia, Emergency ha un ospedale per feriti di guerra a Lashkar-gah e tre Posti di primo soccorso.

Né l’ospedale, né il Posto di Primo Soccorso di Grishk, il più vicino alla zona dei bombardamenti, hanno ricevuto feriti.

Francesco Azzarà è libero

Emergency ha anninciato di aver avuto conferma ufficiale che Francesco Azzarà è tornato a essere un uomo libero.

Francesco era stato rapito il 14 agosto scorso a Nyala, in Darfur, dove lavorava presso il Centro pediatrico di Emergency.

Ambulatorio di Emergency presta assistenza ai migranti

Da mercoledì 21settembre, un ambulatorio mobile di Emergency è operativo nelle campagne di Venosa, in provincia di Potenza. L’ambulatorio mobile presta assistenza ai migranti stagionali impiegati nella raccolta dei pomodori e della produzione agricola attuale: ogni giorno vengono visitati mediamente una ventina di pazienti,

Lampedusa: le conseguenze di una politica

Quello che sta succedendo a Lampedusa è la conseguenza di una politica criminale che da decenni i governi italiani stanno attuando nei confronti dei migranti. Migranti che, oltre a essere privati dei più elementari diritti umani, vengono deliberatamente usati per esasperare gli animi, costruire “diversi” e “nemici”, alimentare guerre tra poveri.

Un mese dal rapimento di Francesco Azzara’

È passato un mese esatto dal rapimento di Francesco Azzarà, il logista di Emergency sequestrato a Nyala, in Darfur, il 14 agosto scorso.

Emergency sta continuando a lavorare per la liberazione di Francesco insieme con le autorità sudanesi e il ministero degli Affari Esteri, affinché Francesco possa tornare prima possibile alla sua famiglia e al suo lavoro.

1 8 9 10