Non sono bastati anni di manifestazioni e di raccolta firme con cui i cittadini di Crescenzago, quartiere di bellezze storiche, purtroppo offuscate dall’inquinamento e dal traffico, a far desistere dal costruire l’ennesimo palazzo. Si tratta dell’area di Via Meucci, destinata a verde dal Piano Regolatore del 1980, che doveva diventare una piazza nel verde. E’ invece finita a Uniabita, aderente alla Lega Coop Lombardia, che oggi ha iniziato i lavori abbattendo l’antico muro di valore storico e culturale sul Naviglio Martesana.

La richiesta di una piazza pubblica era stata votata e approvata all’unanimità dal Consiglio di Zona (ora Municipio 2) ed era divenuta anche oggetto di un progetto premiato nel 2000 dallo stesso Comune di Milano, che non lo realizzò. Le diverse amministrazioni non hanno mai risposto alle richieste dei cittadini e delle associazioni presenti sul territorio, non hanno mai avviato una permuta per salvare uno degli ultimi fazzoletti di verde di una città ad alto tasso di edificazione.

Il centro di Crescenzago non può sopportare altre costruzioni – insistono Anpi, Legambiente e Banda musicale di Crescenzago, riunite con altre cinque in Casa Crescenzago, associazione di associazioni nata per difendere il progetto verde e per impedire la vendita a privati dell’ex municipio di Crescenzago, palazzo protetto dalla Soprintendenza. Si viola il vincolo paesaggistico e si deturpa il Parco della Martesana in una zona di valore storico. E si manderà completamente in tilt il traffico, già intenso e inquinante, comprendente anche TIR costretti a transitare sull’unica strada di accesso e di uscita di Crescenzago.

Chiamiamo gli abitanti dei quartieri interessati a scendere in strada. Chiediamo sostegno e solidarietà ai comitati e alle associazioni di cittadinanza attiva che operano a Milano. Vogliamo con tutti i mezzi legali impedire l’ennesimo scempio cementizio, a tutela della salute dei cittadini e dei preziosi beni storici e ambientali di Crescenzago.

Proseguono la raccolta delle firme, i presidi e i volantinaggi e viene indetta una manifestazione con corteo SABATO 11 DICEMBRE 2021 ALLE 14.30 IN PIAZZA COSTANTINO.

Al Sindaco, alla Giunta Comunale, al Municipio 2 di Milano chiediamo di fermare il cantiere e/o di proporre una permuta, come da ripetute deliberazioni del Consiglio di Zona 2, per tutelare l’interesse generale, la sicurezza ambientale e personale degli abitanti, applicando gli artt. 41 e 42/Cost. e la Legge 327/2001: LA PROPRIETA’ PRIVATA NON DEVE ARRECARE DANNO ALLA SICUREZZA, ALLA LIBERTA’, ALLA DIGNITA’ UMANA E PUO’ ESSERE ESPROPRIATA PER MOTIVI D’INTERESSE GENERALE.

Casa Crescenzago – Comitato Cittadini Crescenzago

Abitanti di Via Padova e dintorniOrtiste del quartiere

Mail: casa.crescenzago@libero.it