Sabato 10 aprile 2021 ore 10, supermercato Carrefour di Viale Famagosta 16

Alla mobilitazione prevista per sabato 10 Aprile alle h.10 al supermercato Carrefour di Famagosta ci saranno le famiglie che non arrivano alla fine del mese e non riescono a fare la spesa. Mentre i profitti della grande distribuzione organizzata (GDO) sono cresciuti dal 10% al 30% nell’ultimo anno, infatti, chi era in difficoltà economica o vicino alla soglia della povertà ha visto peggiorare la propria condizione.

Lo dicono i dati dell’attività svolta nell’ultimo anno dalla Brigata Solidarietà Popolare Milano sud (composta da GTA-Gratosoglio autogestita e ZAM-Zona autonoma Milano): 8.700 kg di frutta e verdura fresca recuperata dagli scarti della grande distribuzione e condivisa con la popolazione del quartiere, 468.000 kg di cibo distribuito tramite il progetto “Nessuno escluso”, 300 spese a domicilio, 1.000 kg di cibo raccolti nelle collette di condominio e tramite le piccole attività commerciali di quartiere.

La richiesta è che i supermercati facciano la loro parte in questo momento di emergenza sociale. Altri elementi della protesta sono la lotta contro lo spreco alimentare e la sovrapproduzione e quella di lavoratori e lavoratrici contro lo sfruttamento e contratti di lavoro sempre più precari all’interno del settore.

Al presidio infatti ci saranno anche i lavoratori e le lavoratrici del Carrefour di Famagosta, che come tanti dipendenti della GDO hanno subito le conseguenze della legge Fornero, del Jobs Act che azzerano il potere contrattuale e lo Statuto dei lavoratori (in particolare negli articoli 4-13 e 18). Vincenzo e Fiorella, che hanno trovato impiego in questo negozio, sono un esempio del malfunzionamento dei contratti nella GDO.

Due esperienze accomunate dalla stessa sorte. Dopo un anno di lavoro, un anno di sfruttamento visto che le mansioni da loro svolte hanno superato le responsabilità attribuite, un anno di contratti precari sistematicamente in deroga e in cui sono stati tenuti in pugno da promesse effimere, sono stati ripagati con il benservito.

La Brigata solidarietà Popolare Milano sud, il Comitato Autonomo Abitanti Barona e la Brigata Nori Brambilla supportano le cittadine e i cittadini attivi nella mobilitazione ed invitano la stampa ad essere presente per raccogliere le loro testimonianze e per mettere l’opinione pubblica di fronte all’evidenza della loro denuncia.

Contatti:

Brigata solidarietà Popolare Milano sud solidarietapopolaremisud@gmail.com

quartieregratosoglio@gmail.com

Brigata Nori Brambilla: bve.noribrambilla@gmail.com