SiCobas: Cgil mette lavoratori contro lavoratori

05.02.2021 - Piacenza - Redazione Italia

SiCobas: Cgil mette lavoratori contro lavoratori

I facchini Tnt di Piacenza continuano lo sciopero: lavoratori avanti contro i padroni

 

Nel pieno di una mobilitazione continuativa da parte degli operai FedEx-TNT di Piacenza, ormai da una settimana in pianta stabile davanti ai cancelli dell’azienda contro gli annunciati 650 licenziamenti, la città di Piacenza ha dovuto assistere a una vera e propria vergogna: il tentativo, da parte dell Filt-Cgil, di fomentare la “guerra del povero contro il povero” aizzando lavoratore contro lavoratore.

E’ ciò che è andato in scena ieri, con il presidio filo-padronale organizzato infaustamente davanti alla prefettura dalla sigla confederale.

La Filt-Cgil, in modo del tutto artificiale e sganciato dalla realtà, ha infatti alimentato in uno sparuto gruppetto di lavoratori esterni al magazzino (spedizionisti) la paura di perdere il proprio lavoro in conseguenza della resistenza dei facchini FedEx-Tnt e al blocco delle merci, che nel frattempo sta raccogliendo la simpatia e la solidarietà di artisti e intellettuali di calibro nazionale.

Non è purtroppo la prima volta che la Cgil si rende protagonista di tali comportamenti moralmente indecenti e volti unicamente a indebolire le proteste altrui (ricordiamo peraltro che la Cgil non ha nemmeno un iscritto nel magazzino FedEx-Tnt).

In passato abbiamo visto fare la stessa cosa sia nel pavese (vertenza H&M) che nel piacentino (vertenza Ikea).

Ciò è perfettamente comprensibile: ogni lavoratore operaio sa che, da ormai trent’anni, la Cgil non è altro che la fedele alleata delle leghe padronali nel comprimere sempre più i diritti degli operai (vedesi le recenti dichiarazioni del segretario Landini in cui apre addirittura a un premierato Draghi).

Da ciò crediamo dipenda la perdita di centinaia di migliaia di iscritti all’anno della medesima sigla, che di fatto l’ha resa residuale nell’abito del lavoro vivo e confinata a sacche di lavoro pubblico e soprattutto pensionati.

Il S.I. Cobas non abboccherà a queste provocazioni: i facchini continueranno a lottare esclusivamente contro i padroni e non contro altri lavoratori come vorrebbe la Cgil, e ciò fino alla piena e totale vittoria nei confronti di FedEx-Tnt.

Tuttavia, se non terminerà immediatamente questa indebita invasione di campo, ci premureremo di lanciare una campagna di informazione politica di carattere nazionale che riassuma tutte le azioni a discapito dei lavoratori svolte in questi anni dalla Cgil, di cui conserviamo ampia documentazione.

Fonte: SiCobas

Categorie: Comunicati Stampa, Europa
Tags:

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Search

Racconti della Resistenza

Racconti della Resistenza

Il canale Instagram di Pressenza

Catalogo dei Documentari

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.