Filippine: gruppi ambientalisti danno il via al mese di Rifiuti Zero

13.01.2021 - Manila, Filippine - Pressenza IPA

Quest'articolo è disponibile anche in: Inglese, Tedesco, Portoghese

Filippine: gruppi ambientalisti danno il via al mese di Rifiuti Zero

I gruppi ambientalisti filippini appartenenti al movimento BFFP hanno lanciato le proprie iniziative all’apertura della celebrazione per lo “Zero Waste Month” (Mese di Rifiuti Zero). Il BFFP (Break Free From Plastic – Liberiamoci della Plastica) è un movimento globale che si adopera per un futuro senza inquinamento da plastica.

In un webinar tenutosi lo scorso 5 gennaio dal titolo “Ang Tira, Gawing Bongga!”, Jove Benosa, un attivista Zero Waste appartenente alla EcoWaste Coalition, ha affermato che l’intero paese genera oltre 40.000 tonnellate di rifiuti al giorno, per non parlare dell’accumulo di mascherine monouso derivante dalla pandemia da Covid-19.

“Dopo le vacanze natalizie, ci ritroviamo con i bidoni pieni di spazzatura fino all’orlo, come se non ne producessimo già abbastanza nel corso dell’anno. Abbiamo chiamato questo fenomeno “holitrash”, e cioè la spazzatura che accumuliamo durante le vacanze, composta da contenitori usa e getta per il cibo, plastica ed altri imballaggi e avanzi di cibo”, ha evidenziato Benosa.

L’evento virtuale ha trattato di gestione dei rifiuti alimentari, dimostrazione di cucina vegana e tecnologia Bokashi (fertilizzante fermentato prodotto da compost, N.d.T.). “Le festività non devono necessariamente peggiorare la situazione relativa ai rifiuti. Consumando in modo sostenibile e facendo consapevolmente la raccolta differenziata, riutilizzando, riciclando e compostando i materiali di scarto, possiamo tutti essere parte della soluzione. Ad esempio, gli avanzi di cibo possono essere riciclati e riutilizzati in ambito domestico. I rifiuti biodegradabili come la buccia di frutta e verdura, possono anche servire per il compostaggio a casa o nei centri di quartiere adibiti. Questi facili metodi di gestione dei rifiuti alimentari possono ridurne la quantità che va a finire nei bidoni o nelle discariche” ha dichiarato.

Tramite la Proclamazione n. 760 del 2014 dell’allora Presidente Benigno Aquino III, che celebra il mese di gennaio di ogni anno come Zero Waste Month, si mira anche a indirizzare le persone verso un nuovo stile di vita, per emulare i cicli naturali sostenibili nei quali tutti i materiali di scarto sono destinati a diventare risorse riutilizzabili.

“Lo Zero Waste Month è conforme al Republic Act (RA) 9003, o l’Ecological Solid Waste Management Act del 2000, quindi questo è un momento cruciale per intensificare la nostra consapevolezza ambientale e la partecipazione all’azione che si svolge tra gli abitanti delle Filippine. E’ altresì importante partecipare allo sviluppo di programmi e politiche per una gestione dei rifiuti nazionale e locale che sia integrata, completa ed ecologica”, ha affermato Rei Panaligan, coordinatore nazionale del progetto BFFP nelle Filippine.

“Non possiamo permettere che le imprese e i responsabili politici agiscano come di consueto. Teniamo anche presente che ci troviamo ancora in una pandemia e in un’emergenza climatica. Ecco perché la celebrazione dello Zero Waste Month rappresenta un evento molto importante per invitarli ad abbandonare la legalizzazione di pratiche che rappresentano una minaccia per l’ambiente, violando le normative ambientali, come la produzione e il consumo continui di plastica monouso e l’incenerimento dei rifiuti sotto le mentite spoglie della termovalorizzazione”, ha dichiarato Sonia Mendoza, Vice-Presidente di Mother Earth Foundation.

“Esortiamo inoltre i nostri responsabili politici ad approvare politiche di gestione dei rifiuti sostenibili ed esaurienti e a sostenere pratiche più sicure che riducano i rifiuti rispettando il Clear Air Act e l’Ecological Solid Waste Management Act, compreso l’accordo internazionale di Parigi nell’ambito della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici”, ha aggiunto Glenn Ymata di No Burn Pilipinas.

I gruppi hanno dichiarato che durante le celebrazioni della durata di un mese con “Zero Waste” avranno luogo numerose attività, come la campagna di sensibilizzazione che funga da guida per le persone, le aziende e le istituzioni nel processo di cambiamento di stile di vita ed abitudini a favore di sistemi sostenibili efficaci a livello etico ed economico, e che garantisca inoltre che i rifiuti diventino riutilizzabili per altri scopi.

Chi è BFFP

Il movimento Break Free From Plastic (BFFP) è un movimento globale che agisce per un futuro libero dall’inquinamento causato dalla plastica. Il progetto BFFP Filippine nasce dalla cooperazione dei membri di #breakfreefromplastic EcoWaste Coalition, GAIA Asia Pacific, Greenpeace Southeast Asia, Health Care Without Harm Southeast Asia e Mother Earth Foundation in collaborazione con Oceana International Philippines.

Pubblicato per gentile concessione di Geri Matthew Carretero, Responsabile delle comunicazioni del progetto PH Break Free From Plastic

Traduzione dall’inglese di Cecilia Costantini. Revisione di Thomas Schmid

Categorie: Asia, Ecologia ed Ambiente, Questioni internazionali
Tags: , , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Search

Racconti della Resistenza

Racconti della Resistenza

Il canale Instagram di Pressenza

Catalogo dei Documentari

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.