Nello spirito del Trattato per la proibizione delle armi nucleari approvato alle Nazioni Unite, nuova iniziativa degli attivisti per la pace il 6 agosto per il Lunatico Festival a Trieste.

Giovedì 6 agosto alle ore 18.30 nel parco culturale di San Giovanni davanti al caco di Nagasaki e alle rose di Hiroshima, piantumati vicino allo studio dello psichiatra rivoluzionario e nonviolento Franco Basaglia a villa Renner, avrà luogo una commemorazione dell’Olocausto nucleare del 1945, quando due sole bombe atomiche americane trasformarono in ombre gli abitanti di due città giapponesi.

Alle 19.15 nel giardino retrostante il Teatro Franco e Franca Basaglia, nell’ambito del Lunatico Festival, Anna Maria Mozzi ed Anna Piccioni del Comitato pace e convivenza Danilo Dolci incontreranno frate Antonio Santini di Vicenza dell’associazione Beati i costruttori di pace, ex vice parroco di Valmaura a Trieste.

Nell’ambito dell’incontro verranno fornite informazioni sul nuovo Trattato per la proibizione delle armi nucleari, approvato alle Nazioni Unite ed in corso di ratifica.