Torniamo nelle strade! Ci tolgono il tempo, riprendiamoci tutto!

27.06.2020 - Bologna - Redazione Bologna

Torniamo nelle strade! Ci tolgono il tempo, riprendiamoci tutto!
(Foto di Vittoria Sichi)

Un presidio in piazza del Nettuno, performance e microfono aperto per  per riportare, con le diverse voci del movimento  e le testimonianze di emarginazione e sofferenza subite durante la quarantena, l’attenzione sulla questione di genere. Così Non Una di Meno Bologna ha partecipato ieri Venerdì 26 giugno alla giornata di  mobilitazione a livello nazionale “Torniamo nelle strade! Ci tolgono il tempo, riprendiamoci tutto!”

Fotoreportage di Vittoria Sichi

Il presidio è cominciato in Piazza del Nettuno alle 18.30 ed è terminato intorno alle 21. In piazza qualche centinaia di persone e moltissim* attivist*. Come ormai di tradizione in questa fase, i presenti  hanno rispettato le distanze di sicurezze e indossato le mascherine. Le e gli attivist* hanno indossato il classico fazzoletto rosa, diventato ormai simbolo del movimento. Ci sono state diverse testimonianze di emarginazione subite durante la quarantena: le sex worker hanno denunciato la loro assenza da ogni piano di assistenza, reclamando regolarizzazione. Fulcro centrale del presidio la condizione della donna, peggiorata durante il lockdown. Infatti la scia di sangue dei femminicidi non si è fermata. Per questo è stata riproposta la ormai celebre coreografia “el violador eres tu”.

 

Categorie: Europa, Fotoreportages, Genere e femminismi
Tags:

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Il canale Instagram di Pressenza

 

Solidarietà ai tempi del Coronavirus

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.