#PDsveglia! St’acqua pubblica ce l’hai fatta evaporà

23.02.2020 - Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua

#PDsveglia! St’acqua pubblica ce l’hai fatta evaporà

La mattina di venerdì 21 febbraio diversi attivisti del movimento per l’acqua si sono recati presso la sede nazionale del PD a Roma per cantargliene quattro.

Il Partito Democratico, infatti, da sempre osteggia l’attuazione della volontà popolare espressa con i referendum del 2011 e attraverso la sua azione ha reiteratamente contribuito a bloccare l’approvazione della legge d’iniziativa popolare per la ripubblicizzazione del servizio idrico, depositata con oltre 400.000 firme nel lontano 2007.

Sono anni che il PD si è reso responsabile di un vero e proprio vulnus democratico svilendo strumenti di partecipazione garantiti dalla Costituzione come il referendum e la legge d’iniziativa popolare. Ancora oggi la legge per l’acqua pubblica rimane sepolta in un cassetto della Commissione Ambiente della Camera.

Contro l’acqua pubblica si è formato un unico grande fronte, su ispirazione delle multinazionali dell’acqua, a partire dal Partito Democratico e che mette insieme Lega, Forza Italia, Italia Viva e Fratelli d’Italia.

Abbiamo voluto denunciare le gravi colpe del PD andando a cantare al Nazareno la celebre canzone “Lella” leggermente rimodulata: Te l’aricordi la democrazia / 9 anni fa te l’amo fatta vede / Quann’è che l’acqua pubblica amo scelto / te la ricordi poi che era sparita / quanno che da ‘na legge popolare / avete fatto impicci a non finire / ’che ve piaceva più quella privata / e te lo voglio di’ che sei stato te / e so’ 15 anni che / chiedemo l’acqua pubblica … #PDsveglia, st’acqua pubblica ce l’hai fatta evaporà.

Consapevoli che, almeno in questa legislatura, le responsabilità sono comuni a tutte le forze politiche di maggioranza, sabato 22 febbraio a Genova abbiamo restituito a Beppe Grillo, fondatore del Movimento 5 Stelle, la prima stella dell’acqua pubblica che i grillini hanno colpevolmente lasciato alla deriva delle logiche politiche e speculative senza aver dimostrato, in questi due anni, la reale volontà di imporre la legge per la ripubblicizzazione come priorità dell’azione di governo.

Oggi ci ritroviamo in una situazione che rischia di precipitare nel vuoto. Infatti la mancanza di investimenti sulla rete, la carenza idrica, i grandi interessi economici, l’accaparramento delle fonti da parte delle grandi multinazionali, impediscono, di fatto, a centinaia di migliaia di persone di avere un servizio idrico regolare.

Per noi nessuno deve restare indietro; l’approvazione della legge d’iniziativa popolare permetterebbe una gestione pubblica e partecipativa (mediante azienda speciale e azienda speciale consortile), attraverso la concretizzazione di un modello innovativo, efficace, efficiente, industriale, ma allo stesso tempo pienamente democratico, rispettoso dell’ambiente e dei diritti dei lavoratori, con tariffe eque per tutti, senza sprechi né profitti per le multinazionali.

Basta rinvii e tatticismi. Le forze politiche e il Parlamento si assumano le proprie responsabilità e procedano celermente alla discussione della nostra proposta di legge fino all’approvazione senza stravolgimenti.

#PDsveglia: si scrive acqua, si legge democrazia

 

Categorie: Comunicati Stampa, Diritti Umani, Europa, Politica
Tags: , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.