Un appello a investire nella pace durante l’assemblea degli azionisti Blackrock

08.06.2019 - Pressenza New York

Quest'articolo è disponibile anche in: Inglese, Spagnolo, Greco

Un appello a investire nella pace durante l’assemblea degli azionisti Blackrock
(Foto di Yolanda Andersson)

Di Jhon Sánchez e Tim Kennedy

Il 23 maggio alle 7:30 un centinaio di manifestanti si sono riuniti sotto la pioggia per sfidare gli investitori di Blackrock e incoraggiare il disinvestimento dalla macchina della guerra. Secondo Code Pink, Blackrock è il principale investitore nelle compagnie produttrici di armi come Lockheed Martin, Boeing, Raytheon, Northrop Grumman e General Dynamics. All’ingresso del New York Palace Hotel abbiamo parlato dell’evento con Zena Sawaged di Codepink.

Perché è importante organizzare eventi come questo

​È fondamentale organizzare questi eventi perché se capiamo quanto sia distruttiva la guerra e quante morti di civili innocenti, tra cui donne e bambini, provochi, non possiamo restare in silenzio. Spetta a coloro che riconoscono la brutalità della guerra parlare e informare gli altri il più spesso possibile. Si deve porre fine alla guerra. Ci organizziamo perché i cittadini comuni come noi hanno ancora potere. Dobbiamo capire che far sentire la nostra voce attraverso azioni nonviolente cambia la traiettoria del nostro mondo, ma solo se usiamo davvero le nostre voci tutti insieme.

Come possiamo dimostrare alle persone che si possono ottenere profitti dalla pace e non dalla guerra?

​È più redditizio investire in un’economia locale di pace. Viviamo in un’economia di guerra. Ci opponiamo alla guerra da molto tempo e ci siamo resi conto che la guerra, la povertà, la brutalità della polizia, il degrado ecologico e quasi tutte le questioni che affrontiamo sono collegate dalla stessa causa alla radice. Per porre fine alla violenza e creare il meraviglioso mondo in cui vorremmo vivere dobbiamo reinventare e trasformare i nostri rapporti in modo radicale, perché si basino sull’amore: sulla cura, la compassione, la sacralità e tutte quelle qualità che nutrono le nostre anime e arricchiscono la nostra umanità. È così che possiamo trasformare la nostra economia di guerra in un’economia di pace. Possiamo investire in un’economia di pace secondo le proposte del sito weaponsfreefund.org.

Su quali altre organizzazioni che investono nel complesso militare/industriale ci si potrebbe concentrare con le azioni future?

Non stiamo solo prendendo di mira BlackRock, ma abbiamo gli occhi puntati sui cinque maggiori produttori di armi: Lockheed Martin, Raytheon, Northrop Grumman, General Dynamics e Boeing defense.

Quali organizzazioni hanno partecipato al raduno e in che modo le persone possono partecipare alle prossime manifestazione? ​

Più di 18 organizzazioni hanno appoggiato la nostra manifestazione: Action Corps NYC, The Coalition to End the U.S.-Saudi Alliance, Community of Living Traditions at Stony Point Center, Granny Peace Brigade, Gulf Coast Raging Grannies, Muslim Peace Fellowship, Peace Action New York State, Show Up America, United for Peace and Justice, Veterans for Peace NYC Chapter 34, War Resisters League NYC, World Beyond War, Women’s International League for Peace and Freedom, ActUp, BlackRocks Big Problem, New Sanctuary Coalition e molte altre!

Potete scrivermi a zena@codepink.org per partecipare alle prossime manifestazioni. Date un’occhiata a questo sito per sapere come prendere parte al disinvestimento dalla macchina di guerra: https://www.divestfromwarmachine.org/

Traduzione dall’inglese di Simona Trapani

Categorie: Fotoreportages, Interviste, Nord America, Pace e Disarmo
Tags: , , ,

Notizie giornaliere

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.


Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

2a Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.