Per un’informazione completa e oggettiva sull’acqua

26.06.2019 - Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua

Per un’informazione completa e oggettiva sull’acqua
(Foto di http://www.acquabenecomune.org)

Sedicenti Uffici Studi e Ricerche, finanziati direttamente o indirettamente dalle aziende idriche italiane, propalano da tempo dicerie, fake news e vere e proprie falsità sui costi di attuazione del referendum del 2011 sull’acqua pubblica.  Gli organi d’informazione li diffondono senza verificare se siano attendibili o no. Affermiamo che non lo sono e lo dimostriamo con  il dossier

“Il costo della ri-pubblicizzazione del servizio idrico integrato”

presentato da

Maurizio Pagliassotti, giornalista

Remo Valsecchi, autore del dossier

Paola Ceretto, Comitato Acqua Pubblica Torino

nella Conferenza Stampa di

Venerdì 28 giugno – ore 11

presso ARCI – via Verdi 34 – 10124 Torino

A chi dice che la trasformazione delle  Società idriche di diritto privato – come la SMAT – in  aziende di diritto pubblico senza scopo di lucro, comporta inefficienze, ritardi e burocrazia,

dimostriamo

che in tutta Europa, da Parigi a Berlino,  da Nottingham a Nizza a Montpellier, la trasformazione ha invece eliminato le esternalizzazioni, aumentato gli investimenti e l’occupazione, migliorato i conti aziendali e tutelato l’ ambiente.

A chi dice che attuare la volontà popolare, espressa dal Referendum del 2011, per la gestione  pubblica e senza scopo di lucro dell’acqua, costerebbe circa 20 miliardi di euro,

dimostriamo

 – conti alla mano – che il costo non supera i 2 miliardi di euro.

A chi dice che la gestione pubblica senza scopo di lucro dell’acqua fa aumentare le tariffe,

dimostriamo

che le tariffe invece diminuiranno perché quelle attuali sono truffaldine:

  • continuiamo a pagare il profitto sull’acqua benchè sia stato abrogato dal Referendum
  • paghiamo anche l’acqua che non consumiamo,
  • paghiamo due volte le morosità senza nemmeno distinguere tra colpevoli e incolpevoli,
  • paghiamo errori/incapacità di programmazione delle aziende che li scaricano in bolletta tramite “conguagli” (SMAT ha incassato in questo modo 46 milioni di euro)
  • in certe zone gli utenti isolati pagano anche le quote della depurazione a cui non hanno accesso.

Comitato Acqua Pubblica Torino

Categorie: Comunicati Stampa, Diritti Umani, Europa
Tags: ,

Notizie giornaliere

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.


Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

2a Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.