Sabato 30 marzo 2019 dalle 9,30 alle 13,30

Sala Viscontea del Castello Sforzesco

Convegno organizzato da Costituzionebenicomuni e Milano in Comune

Alcuni elementi per inquadrare il problema.

Le cause principali sono:

  • La combustione di combustibili fossili e la presenza di gas serra nell’aria genera il riscaldamento del pianeta 0,80 gradi dal 1910 al 2005. Il 22 novembre 2018 l’OMS ha lanciato l’allarme. Si marcia verso il disastro.
  • L’IPCC di Parigi dice che abbiamo poco tempo per mantenere l’aumento della temperatura entro i 2 gradi centigradi a fine secolo. L’influenza delle attività umane sul riscaldamento globale è un dato di fatto che non si può più negare. Dal 1880 al 2012 la temperatura è salita di 0,85 gradi. I mari dal 1971 ad oggi registrano un aumento della temperatura di 0,11 gradi per decennio.
  • L’obiettivo del convegno, oltre la sensibilizzazione della politica, dei media e della popolazione vuole essere anche quello di individuare alcune campagne nelle quali concentrare i nostri sforzi: ad esempio riduzione delle emissioni autoveicoli nelle città, energia solare nelle città e nei paesi, porre fine all’estrazione e all’uso del carbone, fermare le trivellazioni in particolare a mare e del gas di scisto, promuovere le buone pratiche.

Organizzazione della giornata:

Saluti di BASILIO RIZZO, Consigliere comunale

Coordina SARA MILANESE di Radio Popolare, cura rubriche ambientali

Intervengono:

GIANNI TAMINO, Professore università di Padova

MARIO AGOSTINELLI, Energia Felice e Ass. Laudato Sì

EMILIO MOLINARI, Contratto Mondiale sull’Acqua

ALESSANDRO GOGNA, Alpinista, giornalista, scrittore della montagna, Guida alpina

GIULIA PERSICO, Attivista per i cambiamenti climatici

Conclude VITTORIO AGNOLETTO, Forum Sociale Mondiale

Partecipano: Studenti del civico liceo linguistico Manzoni di Milano, vincitori della XXIV edizione del concorso nazionale di educazione ambientale – Delegazione di studenti di “Fridays for Future” della provincia di Bergamo – Organizzazione giovanile TempoZero.

Filmato sulla caduta degli alberi in Trentino e Veneto

Aderiscono le associazioni: NonUnodiMeno – Noi siamo Chiesa – Comitato Milanese Acqua Pubblica