Oleodotto Dakota Access, banche e proteste

12.04.2017 - Pressenza New York

Quest'articolo è disponibile anche in: Inglese

Oleodotto Dakota Access, banche e proteste
(Foto di https://www.facebook.com/ienearth/)

Pare che la pressione funzioni: dopo la protesta online del 30 marzo la banca Intesa SanPaolo ha deciso di non partecipare all’ultimo rifinanziamento dell’ETE (Energy Transfer Equity), azienda a capo delle società che finanziano l’oleodotto Dakota Access! È un passo avanti, ma la banca è ancora molto esposta con il progetto. Per questo Resistance Events Italy,Women’s March – MilanAmerican Expats for Positive Change hanno organizzato una seconda protesta online per giovedì 27 aprile, per mantenere alta l’attenzione sul tema DAPL e chiedere a Intesa SanPaolo di divestire dall’oleodotto.

Oltre a Intesa SanPaolo, quattro altre banche in precedenza coinvolte nel prestito rinnovabile all’Energy Transfer Equity hanno scelto di non sostenere un nuovo credito –  ABN Amro (Paesi Bassi), DNB (Norvegia), ING (Paesi Bassi) e RBS (Scozia) –  mentre quattro banche che non facevano parte della sua linea di credito in marzo hanno deciso di finanziare la compagnia. Si tratta della Bank of Nova Scotia (Canada), della CIBC (Canada), della Fifth Third Bank (Stati Uniti) e della TD Bank (Canada).

 

Fonte: https://www.facebook.com/events/231071110700375/permalink/243022679505218/

 

Categorie: Ecologia ed Ambiente, Internazionale
Tags: ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

DIRETTA mobilitazioni ogni giorno a Santiago 26.02.20

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

Chiudiamo le pagine di chi spegne i sorrisi

2a Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.