12-13 giugno, una ricorrenza per difendere il referendum sull’acqua e i servizi pubblici

12.06.2015 - Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua

12-13 giugno, una ricorrenza per difendere il referendum sull’acqua e i servizi pubblici
Comitato Refendario Acqua Bene Comune (Foto di Luca Cellini)
Decine le iniziative da nord a sud

Sono passati 4 anni da quella straordinaria mobilitazione popolare che portò 27 milioni di italiane e italiani a votare per l’acqua bene comune. Si tratta dell’ultimo successo in termini di affluenza al voto della nostra Repubblica. Dal 12 e 13 giugno 2011, infatti, ogni volta che si vota si sente la solita litania sulla disaffezione alla politica.

Il 12 e il 13 giugno non si festeggia solo il compleanno dei referendum ma anche il compleanno di una grande festa di democrazia in cui le italiane e gli italiani sono andati a votare per sottrarre l’acqua e i servizi pubblici dalle logiche di mercato e di profitto.

Di fronte a tutto ciò e ad una chiara volontà popolare che cosa hanno fatto i Governi che si sono succeduti alla guida del Paese?

Disconoscere, contraddire, aggirare, fino a tentare di cancellare l’esito referendario per riportare acqua e servizi pubblici sotto l’egida del mercato e delle lobbies finanziarie.

Il Governo attuale e in particolare il Partito Democratico si stanno rendendo responsabili di definire un nuovo quadro normativo (art. 7 decreto Sblocca Italia, legge di stabilità e DDL Madia) che punta a raggiungere il medesimo obiettivo di privatizzazione dell’abrogato Decreto Ronchi: rendere inevitabili le dismissioni delle azioni dei comuni e favorire economicamente i soggetti privati e i processi di aggregazione tra aziende.

S’intende così costruire un meccanismo per cui le attuali “quattro sorelle dell’acqua” già collocate in Borsa – A2A, Iren, Hera e Acea – potranno inglobare tutte le società di gestione dei servizi idrici, ambientali ed energetici, divenendo i “campioni” nazionali in grado di competere sul mercato globale. Contemporaneamente si provano ad ostacolare processi di ripubblicizzazione come quello di Reggio Emilia e Napoli.

Si tratta di uno schiaffo alla democrazia, alla coerenza e all’intelligenza!

Questo 4° anniversario, dunque, non è una mera ricorrenza, ma un’occasione per continuare a difendere quella vittoria, ora più che mai sotto attacco. (Qui tutte le iniziative in programma)

Riprendiamoci l’acqua e i servizi pubblici locali, il momento è ora!

Roma, 12 Giugno 2015

Categorie: Comunicati Stampa, Economia, Europa
Tags: , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Giornata della Nonviolenza

Giornata della Nonviolenza

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.