Kobane, Kurdistan: l’assedio continua

25.11.2014 - Associazione per i Popoli Minacciati

Kobane, Kurdistan: l’assedio continua
(Foto di Wikipedia)

L’Associazione per i Popoli Minacciati lancia una campagna di raccolta fondi a favore dei profughi di Kobane.

Bolzano, 25 novembre 2014

E’ dalla fine del 2013 che gli estremisti dello “Stato islamico” (IS) stanno cercando di conquistare la città di Kobane, nel nord della Siria al confine con la Turchia. A metà settembre 2014 i miliziani dell’IS hanno lanciato una massiccia offensiva e dal 28 settembre hanno iniziato l’attacco diretto alla città. Almeno 300.000 Kurdi sono stati messi in fuga da Kobane, e centinaia di migliaia di persone vivono adesso in tende, con la situazione che si fa più critica con l’avvicinarsi dell’inverno.

A difendere Kobane e la popolazione civile ancora presente sono rimaste solo le Unità di Protezione del Popolo (YPG e YPJ) equipaggiate con sole armi leggere e i pochi combattenti kurdi (peshmerga) arrivati di recente dalla regione autonoma del Kurdistan. Lo stato turco guidato dal presidente Erdogan ha lo stesso atteggiamento ostile tanto nei confronti dei cittadini kurdi turchi quanto nei confronti dei cittadini kurdi siriani di Kobane. Da metà settembre i miliziani dell’IS continuano a massacrare e mettere in fuga la popolazione kurda rimasta, il tutto sotto gli occhi indifferenti dei militari turchi. Gli estremisti dell’IS minacciano di estendere gli attacchi anche ad altre regioni a maggioranza kurda. Una fine della drammatica situazione dei profughi non sembra vicina.

L’Associazione per i popoli minacciati è impegnata da anni con diverse iniziative umanitarie a favore di profughi. A Bolzano, dopo le recenti manifestazioni di solidarietà alla popolazione sotto assedio di Kobane, in collaborazione con la comunità kurda locale e singole persone impegnate nella solidarietà, l’Associazione per i popoli minacciati lancia un appello per una raccolta fondi a favore dei profughi di Kobane.

Il conto corrente da utilizzare è il seguente: Raiffeisen / Cassa Rurale di Bolzano, IBAN: IT42E0808111610000306002242, BIC/SWIFT: RZSBIT21B03, con la causale “Kobane”.

La prossima manifestazione sarà una cena di solidarietà presso la Sala Anne Frank, via Mendola 124 a Bolzano. Il prossimo 6 dicembre a partire dalle ore 19 le cittadine e i cittadini della comunità kurda locale prepareranno specialità della loro cucina tradizionale. La cena sarà senza prenotazione e a offerta libera.

Tutto quello che sarà raccolto, anche grazie a una serie di piccole iniziative, sarà bonificato entro la fine dell’anno all’Associazione Senza confine, che raccoglie a livello italiano gli aiuti di Rete Kurdistan Italia. I fondi saranno destinati alla Mezzaluna rossa kurda HEYVA SOR (l’appello in inglese: www.heyvasor.com/en/bi-alikariya-xwe-em-dorpeckirina-kobane-biskin-in/).

Categorie: Comunicati Stampa, Medio Oriente, Pace e Disarmo
Tags: , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.

maltepe escort