Per la democrazia in Paraguay, in America Latina e nel mondo

25.06.2012 - Asuncion - CLADE -

L’autodeterminazione dei popoli, principio fondamentale dei diritti umani e delle democrazie del mondo, è stata fortemente violata.

Fernando Lugo ha subito 4 accuse, 16 ore per preparare la sua linea difesa e 2 per attuarla. Il termine costituzionale per rispondere alle accuse sarebbe di 18 giorni. L’azione di incostituzionalità promossa da Lugo nei confronti della Corte Suprema del Paraguay è stata negata. In questo scenario non sorprende che la quarta accusa ruoti attorno alla sua decisione di ratificare il Protocollo di Ushuaia II del Dicembre 2011 che prevede l’intervento esterno nel caso in cui una democrazia si trovi in pericolo.

La cittadinanza paraguayana scesa in piazza a manifestare dimostra il crescente impulso a lottare a favore del consolidamento di una democrazia attiva e partecipativa nel paese. A questa lotta ci uniamo da tutta l’America Latina e i Carabi, rinnovando il nostro impegno e il nostro spirito di fratellanza. Non accetteremo quanto è accaduto e la nostra indignazione farà crescere ancora di più l’azione collettiva rivolta al rafforzamento della democrazia nella nostra regione e nel mondo.

Tradotto da Eleonora Albini

Categorie: Politica, Sud America

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.