La lotta pacifica e nonviolenta del popolo honduregno

30.09.2009 - San Pedro Sula - Pressenza IPA

L’ultimo decreto del governo di fatto, per sospendere per 45 giorni tutte le garanzie costituzionali e il coprifuoco imposto nell’ora meno attesa, ha riorientato la lotta pacifica e nonviolenta del popolo honduregno, mostrando la ricchezza di idee che nascono dalla diversità.
Continuando con il rifiuto dei golpisti e delle loro strategie repressive, la resistenza si manifesta per le strade di quartieri e colonie. Ogni giorno migliaia di persone escono dalle loro case puntualmente all’ora accordata, per unirsi alle marce, agli eventi culturali, alle messe e a tante altre manifestazioni che sorprendono per l’ ingegnosità, tutte orientate verso gli obiettivi fondamentali della lotta: Resistenza pacifica, ritorno all’ordine costituzionale e la stesura da parte dell’Asamblea Nacional Constituyente di una nuova costituzione che risponda agli interessi della maggioranza.
Con il coro dello slogan “No al coprifuoco”, la popolazione sfida le forze repressive evidenziando uno stato di ingovernabilità che disarma i golpisti, gli infiltrati, che spesso incitano alle azioni violente, sono facilmente identificabili, nel quartiere si conoscono tutti.
A San Pedro Sula, seconda città commerciale d’importanza politica, in forma sincronizzata si producono atti di protesta in diversi settori, le forze repressive si spostano minacciose, ma gruppi di vicini con la funzione di vigilanza e sicurezza, danno l’allerta per agglutinare i manifestanti in modo da evitare la cattura dei leader. Ogni giorno in altre città, paesi, villaggi, e caseggiati la gente si organizza.
I paesani tornano dalle marce nelle loro piantagioni in cui i semi stanno germogliando. Tra poco la pisca (il raccolto) sarà pronto e nessuno potrà fermare questo popolo stanco di tanta violenza, in tutte le sue forme. La borghesia locale, appoggiata dai loro omologhi internazionali, sa che ora e qui sono in gioco i loro privilegi, ma anche il popolo è cosciente che: ORA O MAI PIU’!
Durante le riunioni tra i rappresentanti dei diversi settori, gli aneddoti che si scambiano iniettano ottimismo e danno forza alla speranza di una nuova alba.

Leonel Ayala da San Pedro Sula, Honduras

Tradotto dallo Spagnolo da Annalisa Pensiero

Categorie: America Centrale, Internazionale, Opinioni, Politica
Tags:

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Search

Racconti della Resistenza

Racconti della Resistenza

Il canale Instagram di Pressenza

Catalogo dei Documentari

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.