Giovanni Succhielli

Giovanni Succhielli

Studente di Storia presso l'Università di Trieste. Collaboratore di Pressenza dal 2016, prima per la testata online "In Libertà". Attualmente vive a Londra.

06.04.2019

Brexit: tra giochi di potere ed un sistema politico “guasto”

Brexit: tra giochi di potere ed un sistema politico “guasto”

LONDRA – Sono da poco passate le nove di un tranquillo sabato mattina londinese quando una coppia di vecchietti entra in uno dei tanti locali del centro aperti per colazione. In spalla un piccolo zaino e, legata allo zaino, una bandiera dell’Unione Europea. Mentre sorseggiano il caffè, scrivono slogan contro… »

05.03.2018

La forma dell’acqua della politica italiana

La forma dell’acqua della politica italiana

È quasi impossibile scattare oggi un’istantanea della società italiana, dare una forma alla sua politica: le operazioni fatte negli ultimi anni dai tre principali leader hanno prodotto dei partiti liquidi. Prima Matteo Renzi ha tentato di diventare l’erede di Berlusconi, cogliendo proprio la natura liquida del berlusconismo: un movimento basato… »

04.10.2017

Gli sbarchi tornano ad aumentare, dopo mesi

Gli sbarchi tornano ad aumentare, dopo mesi

Il Ministero dell’Interno, attraverso il suo “cruscotto giornaliero” segnala che sono ripresi gli sbarchi di migranti. E che, dal 26 settembre ad oggi, sono addirittura più numerosi rispetto allo scorso anno. Questo accade dopo che per quasi tre mesi (da luglio a fine settembre, appunto) si era registrato un… »

03.09.2017

Università, il perché del numero chiuso

Università, il perché del numero chiuso

La recente sentenza del TAR di Milano – che ha sospeso il test di ingresso previsto per le discipline umanistiche all’Università Statale – ha costretto il Ministro Fedeli a prendere posizione su un tema caldo, che da anni divide parte degli studenti e mondo accademico. Quello del numero chiuso. »

19.08.2017

Perché gli sbarchi stanno calando?

Perché gli sbarchi stanno calando?

I dati del Ministero dell’Interno, in continuo aggiornamento, dicono che gli sbarchi del 2017 erano maggiori di quelli del 2016 fino a giugno. Poi, il tracollo: a luglio la metà rispetto allo scorso anno, ad agosto quasi un decimo. Perché? Se lo è chiesto anche Patrick Kinglsey sul New York… »

02.08.2017

Migranti, a luglio crolla il numero di arrivi

Migranti, a luglio crolla il numero di arrivi

Si profilava un anno record per il numero di arrivi di migranti in Italia. O almeno questo indicavano i dati fino a giugno, con un +20% di sbarchi rispetto ai primi sei mesi del 2016. Un mese dopo, però, le cose sono cambiate. Il motivo sta nell’improvviso calo – evidenziato… »

18.07.2017

Emergenza caldo e Ius Soli

Emergenza caldo e Ius Soli

Nel giugno del 2013 il Movimento Cinque Stelle presentava una proposta sullo Ius Soli tra le più favorevoli ai minori ‘stranieri’ mai fatte. Esattamente quattro anni più tardi, non ha votato quella presentata dal Partito Democratico. Fino a qualche mese fa, associare i migranti a rifiuti e parlare di… »

07.06.2017

La Corte di Strasburgo potrebbe bocciare la nostra legge elettorale?

La Corte di Strasburgo potrebbe bocciare la nostra legge elettorale?

Alcuni analisti – tra cui il costituzionalista Gustavo Zagrebelsky – stanno citando una sentenza della Corte di Strasburgo, per commentare la modifica della legge elettorale a ridosso di probabili elezioni anticipate in Italia. La Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, infatti, nel 2012 ha bocciato quella della Bulgaria, promulgata… »

25.05.2017

Perché il TAR del Lazio ha bocciato la nomina dei direttori stranieri di alcuni musei italiani

Perché il TAR del Lazio ha bocciato la nomina dei direttori stranieri di alcuni musei italiani

Con due sentenze, il Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio ha accolto i ricorsi contro le nomine di cinque direttori di importanti musei italiani (a Mantova, Modena, Taranto, Napoli e Reggio Calabria). Queste erano tra le venti previste dal bando della cosiddetta riforma Franceschini del 2014. Oltre a motivare la propria… »

04.03.2017

Perché la politica del bonus è doppiamente iniqua

Perché la politica del bonus è doppiamente iniqua

Ottanta euro  a chi ne guadagna meno di 24mila all’anno. Per i redditi che vanno dai 24 ai 26 mila, invece, il bonus diminuisce progressivamente sino a scomparire. La misura, annunciata da Renzi a marzo 2014 ed entrata in vigore a fine maggio, era chiaramente elettorale in vista delle Europee. »

Notizie giornaliere

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.


video 10 anni Pressenza

Eventi 10 anni di Pressenza

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.