Mercoledì un giudice federale delle Hawaii ha inflitto un altro colpo al tentativo del Presidente Trump di impedire l’ingresso negli Stati Uniti a rifugiati e viaggiatori provenienti da sei paesi a maggioranza musulmana. Il giudice distrettuale Derrick Watson ha bloccato a livello nazionale l’ordine esecutivo di Trump che puntava a impedire a cittadini di Iran, Libia, Somalia, Sudan, Siria e Yemen l’ingresso nel paese per 90 giorni e a tutti i profughi per 120 giorni.

Secondo il giudice Watson l’ordine esecutivo di Trump è in conflitto con la clausola del Primo Emendamento che vieta la discriminazione per motivi religiosi.

Un nuovo sondaggio Gallup indica che l’indice di gradimento di Trump è sceso al 35%, il livello più basso mai registrato da un presidente all’inizio del suo mandato, inferiore a quello di Nixon durante le udienze del Watergate, di Reagan durante l’indagine Iran-Contra e di George W. Bush dopo l’uragano Katrina.