Proteste per la decisione di Trump a favore degli oleodotti

25.01.2017 - Democracy Now!

Quest'articolo è disponibile anche in: Inglese

Proteste per la decisione di Trump a favore degli oleodotti
Oceti Sakovin Camp (Foto di https://www.facebook.com/StandingWithStandingRock/?fref=ts)

La decisione di Donald Trump di sbloccare i lavori per i contestati oleodotti Keystone XL e Dakota Access ha scatenato una serie di proteste la notte scorsa a Washington, New York, Los Angeles, San Francisco, Seattle, Filadelfia e altre città. Mentre Trump firmava gli ordini esecutivi, nel North Dakota i protettori dell’acqua si radunavano per testimoniare riguardo a una vasta gamma di abusi compiuti dalla polizia.

Al Sundance Film Festival, l’attrice e attivista Shailene Woodley, comparsa di recente nel film “Snowden”, ha lanciato un appello per organizzare azioni contro i finanziatori dell’oleodotto Dakota Access. Lunedì ha partecipato a una protesta contro la Chase Bank, uno sponsor del festival che finanzia anche l’oleodotto. In ottobre era stata arrestata durante una manifestazione pacifica organizzata dai nativi americani con l’accusa di “sommossa e sconfinamento.”

 

Categorie: Ecologia ed Ambiente, Nord America, Popoli originari

Notizie giornaliere

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.


Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

2a Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.