A proposito della situazione in Libia

21.02.2011 - Trípoli - Mundo sem Guerras

Di fronte a questa tragica situazione condanniamo con fermezza:

– la violenta repressione scatenata da Gheddafi contro le legittime richieste dei manifestanti.

**Denunciamo**:

– l’ipocrisia dell’Europa, che dopo aver sostenuto per anni Gheddafi, vendendogli armi e tecnologia nucleare, ora si accorge che si tratta di un sanguinario dittatore.

– e in particolare l’Italia, che sostiene il cinico ricatto di Gheddafi, sempre pronto a minacciare di interrompere la sua nefasta collaborazione nel “contenimento” dell’immigrazione clandestina (ossia lager disumani dove spariscono gli immigrati respinti dai “civili” paesi europei).

**Ribadiamo:**

– il nostro sostegno a ogni protesta nonviolenta in Libia.

– la certezza che il vento di cambiamento che ha cominciato a soffiare in Tunisia non si fermerà, abbattendo anche in Libia l’ennesimo regime al potere da decenni.

Ci auguriamo che il terribile prezzo di sangue pagato finora non aumenti ancora e che anche in Libia possa cominciare una nuova era di democrazia e libertà, secondo le più profonde necessità dei popoli.

Categorie: Africa, Comunicati Stampa, Internazionale, Politica

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Giornata della Nonviolenza

Giornata della Nonviolenza

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.