L’acqua è un bene comune

17.02.2012 - Marsiglia - Africa News

Dal 1997, ogni tre anni il Forum è organizzato dal Consiglio Mondiale dell’Acqua per promuovere lo scambio d’idee e d’innovazioni sulla gestione delle risorse idriche nel mondo. Il Forum è oggetto di molte critiche, indicato da molti come istituzione volta a fare gli interessi delle società private di gestione delle risorse idriche. Per questo motivo, in risposta al Forum istituzionale la società civile organizza dal 2003 un Forum Alternativo Mondiale dell’Acqua.

L’Ong LVIA opera da più di 45 anni per dare un contributo concreto alla realizzazione in Africa del diritto all’acqua e all’igiene. LVIA quest’anno partecipa al Forum istituzionale e sarà presente al Forum Alternativo (FAME). Quest’edizione del Forum Mondiale dell’Acqua vede, rispetto al passato, una maggiore partecipazione di enti pubblici e di attori della società civile.

Alessandro Bobba Presidente della LVIA: “Riteniamo sia fondamentale esporsi negli ambiti decisionali importanti con un messaggio forte e chiaro per incidere sugli orientamenti delle politiche a livello mondiale. Per questo motivo, in preparazione al Forum, la LVIA ha redatto un documento che raccoglie i contributi dei partner internazionali, e in particolare africani, come accaduto nell’ambito del Forum realizzato a Ouagadougou, in Burkina Faso, nel dicembre scorso”.

Il documento, consultabile sul [sito della LVIA](http://www.lvia.it) enuncia i seguenti principi:

L’acqua è un bene pubblico, in nessun caso può essere trattato come una merce e la sua gestione non deve dar luogo a profitto che non sia reinvestito per il miglioramento del servizio.

L’acqua deve essere gestita pubblicamente con controllo comunitario, specie in ambito rurale. La gestione privata dei servizi idrici senza alcun controllo democratico rappresenta pertanto un elemento di forte squilibrio e contraddizione.

Nel rispetto del principio di sussidiarietà appoggiamo politiche di investimento e di fornitura di servizi igiene idrici e igienico-sanitari in favore delle fasce marginali di popolazione e nelle aree più vulnerabili, per garantire a tutti il diritto ad acqua e igiene.

Sosteniamo la ricerca e l’implementazione di una pluralità di opzioni tecniche per promuovere soluzioni semplici e robuste per favorirne il controllo locale e la sostenibilità.

La LVIA è inoltre impegnata negli eventi preparatori al Forum, che ritiene occasioni importanti per la promozione di una cultura di cittadinanza attiva. Pertanto organizzerà a Palermo, tra il 17 e il 21 febbraio, la tappa nostrana del Veliero della Solidarietà, un’iniziativa promossa dalle organizzazioni del Forum. Il Veliero solcherà le acque del Mediterraneo tra il 25 gennaio e il 22 marzo, facendo tappe in Marocco, Algeria, Tunisia, Spagna, Italia, Francia e coinvolgerà i territori con laboratori e incontri per parlare di acceso alle risorse idriche nel mondo.

Per informazioni: LVIA Settore Italia tel. 011.74.12.507

Fonte: comunicato stampa LVIA

Categorie: Comunicati Stampa, Ecologia ed Ambiente, Europa

Informazioni sull'Autore


Un sito internet d’informazione sull’Africa e una testata giornalistica registrata in Italia, presso il Tribunale di Reggio Calabria, a disposizione di tutti gli africani e di tutti gli italiani interessati al continente africano e ai popoli che lo abitano. E’ un progetto innovativo al quale partecipano con il loro lavoro molti africani: reporter, fotografi, blogger e molti altri. Fino a ieri le notizie da e sull’Africa, nel panorama mediatico online Italiano, erano riportate principalmente da testate giornalistiche legate a organizzazioni religiose e/o ad Ong. Tuttavia, gli africani hanno fatto progressi enormi. Nel settore dei media, per esempio, gli africani hanno costruito importanti siti internet tecnologicamente all’avanguardia. Stanno raccontando al mondo che cosa succede nel loro continente dal vivo, senza mediazioni esterne. Lo stanno facendo sulla rete internet nel proprio paese, dal proprio villaggio. Live 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Le notizie riguardanti l’Africa e gli africani non sono più filtrate da punti di vista stranieri. Inoltre, c’è un crescente numero di italiani che ha importanti relazioni di lavoro, e non solo, con gli africani. www.africanews.it

Numero di voci : 40
Facebook   Twitter

Notizie giornaliere


Archives

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.